Sede

    I Vescovi di Vercelli iniziarono a dimorare nella zona attualmente occupata dal Palazzo Arcivescovile dai tempi di Attone (924-960). Le fonti storiche attribuiscono all'episcopio di Leone (999-1026), l'edificazione del palazzo con il contributo dell'imperatore Ottone III come risarcimento per il danneggiamento della preesistente dimora a causa degli scontri tra la chiesa e il potere laico concentratisi a Vercelli tra IX e X secolo. Avvenne, poi, forse in seguito ai danni provocati dal terremoto del 1117, una ricostruzione parziale del palazzo nella prima metà del XII secolo, come testimoniato da un documento del 1152, redatto dal vescovo Uguccione (1151-1170) in palatio novo. Gli alzati e altre tracce risalenti a tale periodo sono in parte ancora conservati nell'ala del complesso addossata al Duomo e questi lavori furono coevi all'edificazione della Cattedrale in forme romaniche, di cui rimane oggi il campanile. Nel XV secolo, però, il palazzo versava nuovamente in cattivo stato, tanto che i vescovi non vi dimoravano più e Mons. Guglielmo Didier (1437-1452), al fine di riedificarlo, impose al clero una colletta per la raccolta dei fondi necessari. Sappiamo inoltre che fino al 1500 l'attuale atrio era occupato da un oratorio dedicato a S. Ambrogio, ciò è emblematico delle vicissitudini del complesso sulle quali gli studi storico-artistici attualmente in corso stanno cercando di fare chiarezza. I lavori iniziati da Didier continuarono con Agostino Ferrero (1511-1536), che fece decorare alcune stanze del piano terra, quelle corrispondenti alle odierne sale del Museo del Tesoro del Duomo, in cui sono ancora visibili il suo stemma e la sua sigla «A.F.». Anche il successore Bonifacio Ferrero (1536) proseguì i lavori e fece abbellire le stanze del primo piano. Nel periodo tra il 1996 e il 1999, nuovi lavori di restauro, rinnovamento e consolidamento coinvolsero il complesso, soprattutto il piano terreno del Palazzo, dove dal 2000 è ospitata la collezione permanente.


A.M.E.I. Sede legale Pisa, P.zza Duomo n.17 - sede operativa: C/O Museo Diocesano Tridentino, P.zza Duomo 18, 38122 TRENTO
Tel.:0461 234419 / Fax: 0461 260133 / Email: info@amei.info
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italiani- tutti i diritti riservati