Regione Ecclesiastica PUGLIA

    Diocesi ALTAMURA - GRAVINA - ACQUAVIVA DELLE FONTI

    Altamura (BA)

    MUSEO DIOCESANO di ALTAMURA

    Arco Duomo, 1 - 70022 Altamura (BA)

    Tel 080 - 3117024  347 – 0425816  fax 080 – 3160547

    museodialtamura@libero.it

    Regione civile Puglia, diocesi: Altamura - Gravina - Acquaviva delle Fonti

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in corso di realizzazione

     

    Descrizione

    Il museo, fondato nel 2011, sarò allestito nel Palazzo Vescovile, dove saranno esposti lapidi,  dipinti, sculture, paramenti sacri e suppellettile liturgica databili dal XV al XX secolo provenienti dalla cattedrale di Santa Maria Assunta e da altre chiese del territorio.

     

     

    Gravina (BA)

    MUSEO CAPITOLARE d’ARTE SACRA

    Piazza Benedetto XIII, 25 - 70024 Gravina (BA)

    Tel 080 - 3251146 338-5678017 (responsabile)

    www.benedetto13.it

    info@benedetto13.it

    museo@benedetto13.it

    Regione civile Puglia, diocesi: Altamura - Gravina - Acquaviva delle Fonti

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: capitolo della cattedrale

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 9,00 – 13,00 e 17,00 – 20,00; chiuso lunedì

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, bookshop, archivio storico, sale lettura, fototeca, Centro studi “Papa Benedetto XIII”

    Attività culturali: visite guidate ai siti storici-artistici di proprietà ecclesiastica

    Contenuto: oreficeria e argenteria sacra, paramenti sacri dal XVI al XVIII sec, dipinti dal XV al XIX sec, pergamene, manoscritti ed incunaboli

     

    Da segnalare: paramenti sacri di papa Benedetto XIII (sec. XVIII); croce di Lorena (XI - XIII sec), croce con la reliquia del Legno Santo del XVII sec; manoscritto “ufficio della Beata Vergine (sec. XV)

     

    Descrizione

    Il museo, ospitato nel seicentesco palazzo già sede del vecchio seminario vescovile, è formato da tre sale.

    La prima contiene i paramenti che papa Benedetto XIII donò alla sua città nel 1726, ricamati in oro su teletta pregiata di seta e argento, il pastorale dello stesso papa e alcuni cibori del sec.XVIII.

    Il secondo salone espone argenteria ed oreficeria liturgica datata dal XI al XVIII sec. tra cui si segnala la Croce di Lorena del XI - XIII sec, la Croce con la reliquia del Legno Santo e il busto reliquiario in argento di S.Filippo Neri del XVII sec.

    Nell’ultima sala sono presenti opere del Guarino, del Solimena, Cavalier d’Arpino, Fracanzano, ZT, pergamene, tra cui quella datata 1091 del Normanno Unfrido di Altavilla, manoscritti ed incunaboli provenienti dalla attigua biblioteca e dall’archivio capitolare. Il documento più antico è una pagina dell’Evangelario “codice Beneventano” del X sec..

    Il percorso museale comprende anche la visita alla vicina chiesa del Purgatorio, che conserva tele del Solimena e del Guarino.

     

     

    Diocesi ANDRIA

    Andria (BA)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza Vittorio Emanuele II, 23 - 70031 Andria (BA)

    Tel 0883 - 559693/593032 (Curia)

    www.ameipuglia.it

    Regione civile Puglia, diocesi Andria

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in allestimento in una nuova sede

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: sono in preparazione il catalogo e la guida

    Attività culturali: nel 1986 è stata realizzata la mostra: “I Crocefissi di Andria”

    Contenuto: opere di pittura e scultura (XV - XVII sec.), tessuti, argenterie sacre (XV - XIX sec.), intagli lignei, reperti archeologici

     

    Da segnalare: busto marmoreo, Francesco II del Balzo (attribuito a Francesco Laurana, 1472); Icona “Madonna col Bambino” (sec XIII)

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 1972, è ospitato al primo piano del palazzo vescovile ed è attualmente in allestimento in una nuova sede. Conserva una ricca raccolta di oggetti provenienti dal Duomo e da altre chiese della zona.

    Tra le opere di pittura sono da segnalare un'icona bizantina del sec. XIII rappresentante la “Madonna col Bambino”, due tavole di Tuccio d'Andria "Il Redentore" e La Vergine" (c. 1490), una Maddalena di C. Fracanzano e quattro tele di G. Porta. Tra le sculture particolarmente interessanti sono un Crocefisso di intagliatore spagnolo del sec. XIII, due statue di scuola tedesca del sec. XV, probabilmente parte di un presepe e soprattutto il busto marmoreo di Francesco II del Balzo, da alcuni critici attribuito a Francesco Laurana, da altri a Domenico Gagini del 1472. Il Tesoro conserva diversi arredi d'altare realizzati dalle botteghe napoletane tra il XVIII e il XIX sec., due bei reliquiari in dorso di tartaruga, rame argentato e pietre dure del sec. XV e un Crocefisso del 500. Vi sono inoltre numerose croci astili, provenienti dalle confraternite della zona molto attive dal 600 all' 800 e preziosi paramenti ricamati, tra cui spicca il corredo di mons. Giuseppe Cosenza della prima metà del sec. XIX, i paramenti in bisso su seta rosa di fattura settecentesca e un velo omerale bianco con ricami in oro.

    Il materiale archeologico è costituito principalmente in pesi da telaio e vasetti geometrici ed aromi, rinvenuti in località Montefaraone.

     

     

    Diocesi BARI - BITONTO

    Bari (BA)

    MUSEO DIOCESANO Sezione di BARI

    Via dei Dottula - 70122 Bari (BA)

    Tel 080 – 5210064 fax 080 - 5244450

     www.odegitria.bari.it/museo

    museobari@odegitria.bari.it

    Regione civile Puglia, diocesi Bari - Bitonto

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. In corso di ampliamento. Ingresso gratuito. Orario: lunedì e giovedì 10,00 – 13,00; sabato 10,00 - 13,00 e 17,00 - 20,00, domenica 10,00 – 14,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: accesso ai disabili, visite guidate, biblioteca, sale lettura, bookshop, videoteca, fototeca

    Attività culturali: vengono organizzate mostre, conferenze e convegni.

    Contenuto: reperti lapidei paleocristiani e medioevali, dipinti (sec. XVI - XVIII), argenteria e paramenti sacri, pergamene.

     

    Da segnalare: “Exultet”, quattro rotoli pergamenacei (sec. XI); ciborio di Anseramo da Trani (sec. XIII-XIV); “Madonna di Costantinopoli”; icona siglata ZT (sec. XVI); Stauroteca in argento e cristallo di rocca (sec. XII)

     

    Descrizione

    Il palazzo dell’episcopio che già ospitava dal 7 giugno 1981 per volere dell’arcivescovo mons. Mariano Magrassi la raccolta diocesana d’arte sacra, accoglie oggi negli stessi locali al primo piano già destinati da Mons. Enrico Nicodemo (1953 - 1973) a sale di rappresentanza, ristrutturati ed adeguati alle vigenti norme di sicurezza, il museo della cattedrale. Vi sono conservate testimonianze significative per la comprensione della genesi e della vicenda storica, artistica e liturgica della cattedrale e della comunità ecclesiale barese di cui sono insieme memoria visiva e narrativa.

    Il Museo comprende la sala dei reperti scultorei della cattedrale; la pinacoteca; la sala del tesoro; la sala degli Exultet e del Benedizionale; la sala dei paramenti.

    Particolare menzione meritano i rotoli degli Exultet (sec. XI), i frammenti della recinzione presbiteriale di Peregrino da Salerno (sec. XIII) e del ciborio di Anseramo da Trani (sec. XIII - XIV), la stauroteca in argento e cristallo di rocca (sec. XII), il reliquiario a testa di S. Donato (sec. XIV), il busto argenteo di S. Sabino (1674), il dipinto raffigurante “Cristo Risorto” di Andrea Bordone, gli argenti settecenteschi di manifattura napoletana, austriaca e romana, i preziosi paramenti dei vescovi Sersale e Muzio Gaeta e infine la ricca suppellettile ottocentesca, dono dei vescovi Pedicini e Clary.

     Il museo è stato riaperto ampliato nel giugno del 2015,dopo cinque anni di lavori.

     

     

    Bari (BA)

    ITINERARIO ARCHEOLOGICO nel SUCCORPO della CATTEDRALE

    Piazza Odegitria

    Tel 080 - 5210605

    E mail ufficio.cattedrale@libero.it

    Regione civile Puglia, diocesi Bari – Bitonto

    Tipologia: archeologico

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: tutti i giorno 9,00 – 12,30; chiuso venerdì

    L’itinerario è collegato al Museo Diocesano

     

     

    Bari (BA)

    MUSEO ETNOGRAFICO AFRICANO

    Via Bellomo, 94 - 70124 Bari (BA)

    Tel 080 - 5610034/5610051 (fax)

    Regione civile Puglia, diocesi Bari - Bitonto

    Tipologia: missionario, etnografico

    Proprietà: ordine religioso (frati minori cappuccini)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: gratuito. Orario: lunedì 9,00 – 12,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, biblioteca, sale lettura, fototeca

    Contenuto: oggetti provenienti dalle missioni africane

     

    Da segnalare: ricostruzione di un’abitazione tipica del Mozambico

     

    Descrizione

    Il museo, fondato nel 1970, ha sede presso il convento dei cappuccini e raccoglie oggetti provenienti dalle missioni africane. Sono esposti animali impagliati, raccolte di minerali, monete, oggetti d’artigianato (utensili, armi), maschere, corredi per danze rituali, costumi, strumenti musicali, monili. Particolarmente numerosi gli oggetti provenienti dal Mozambico (maschere e strumenti musicali) di cui è stata ricostruita una tipica abitazione.

     

     

    Bari (BA)

    MUSEO NICOLAIANO

    Strada Vanese,1 - 70122 Bari (BA)

    Tel 080 - 5231429

    www.museonicolaiano@libero.it

    museonicolaiano.it

    Regione civile Puglia, diocesi Bari - Bitonto

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: basilica pontificia

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso a pagamento. Orario: da lunedì a domenica 10,30 – 18,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: audio guide in 4 lingue, bookshop, accesso disabili

    Attività culturali: il museo opera insieme all’archivio e alla biblioteca del monastero di S. Nicola attraverso il Centro Studi Nicolaiani che promuove numerosi incontri e manifestazioni culturali

    Contenuto: frammenti architettonici, sculture, dipinti, arredi e suppellettile liturgica, ex - voto, icone russe e serbo croate

     

    Da segnalare: reliquiario a cattedrale in argento dorato, pietre dure cristallo e smalti (1296), corona di ferro, pietre dure e smalti (sec. XII), coppia di candelieri, manifattura veneziana, in cristallo di rocca, argento e pietre dure (1296)

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1966, fu in un primo tempo ospitato nei matronei della basilica per essere trasferito, nel 1987, nel nuovo allestimento in un vano ricavato al piano terra della torre campanaria e, infine nell’attuale sede il 6 febbraio 2010.

    I museo espone circa seicento oggetti d’arte sacra: tra i pezzi superstiti del Tesoro. Sono da segnalare le opere donate nel 1296 da Carlo d’Angiò, tra cui due candelieri in cristallo di rocca, una stauroteca e un reliquiario a forma di chiesa e la raccolta di argenti e lavori in smalto normanno - angioini come la piastra in rame e smalto con S. Nicola che incorona Ruggero II o la corona di ferro, pietre dure e smalti che la tradizione dice essere stata utilizzata per la stessa incoronazione. Sono inoltre conservati dipinti (due tele di Andrea Miglionico), icone donate dai sovrani russi e serbo ortodossi, numerose bottiglie della manna decorate da artisti locali, ex - voto, come la statua in argento raffigurante S. Nicola e Deodato salvatori dalla peste del 1658, ma soprattutto materiale lapideo rivenuto durante i lavori di restauro della cattedrale, come il paliotto dell’antico altare maggiore o il pluteo in marmo con figura di angelo docente, ambedue del XII sec.

     

     

    Bitonto (BA)

    MUSEO DIOCESANO – Sezione di BITONTO

    Corte Vescovado, 5 - 70032 Bitonto (BA)

    Tel 080 - 3741289

    museobitonto@odegitria.bari.it 

    Regione civile Puglia, diocesi Bari - Bitonto

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperte 10 sale. Orario: giovedì, venerdì e sabato 9,30 – 13,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, fototeca, biblioteca

    Contenuto: pinacoteca Marena: dipinti e sculture lignee dal XII al XX sec, argenteria, oreficeria e arredi sacri, paramenti, frammenti archeologici. Lapidario Romanico: frammenti lapidei romanici

     

    Da segnalare: Crocefisso dipinto medioevale, ciborio di Gualtiero da Foggia (sec. XIII)

     

    Descrizione

     Le  prime dieci sale  sono state aperte al pubblico nel maggio 2016 in attesa dell’inaugurazione ufficiale di tutto il museo.

    La sede della pinacoteca è nell’edificio del  vecchio seminario mentre il lapidario occupa una sala del piano inferiore del palazzo vescovile. La collezione,  promossa dal vescovo Marena nel 1969 per recuperare e custodire testimonianze della storia religiosa di Bitonto, attualmente conta circa 300 opere, tra dipinti e sculture lignee dal XII al XX sec., oggetti di oreficeria, arredi sacri, stampe, paramenti, frammenti archeologici preistorici e medioevali, monete, porcellane, statuine per presepe. Tra le opere pittoriche, che costituiscono il nucleo numericamente più consistente, figurano dipinti bizantini e neobizantini (Madonna di Costantinopoli) provenienti dalla Cripta della Cattedrale, un Crocefisso dipinto di epoca medioevale della chiesa di S. Caterina, gli affreschi strappati dalla chiesa di Leucio Vecchio e notevoli opere di autori del XVI e XVII sec. (Leonardo Corona, Marco Pino, Andrea Bordone, Giovanni Carbone). Molto interessanti sono inoltre la sezione dedicata ad artisti che operarono a Bitonto con proprie botteghe tra il XVI e il XVII sec (Alonzo de Corduba, C. Rosa, N. Gliri, F. A. Altobello), le pregevoli statue lignee, un gruppo di statue di pietra appartenenti ad un presepio del sec. XV, opere di devozione popolare, come ex-voto e reliquiari, una piccola collezione di argenti, tra cui è da segnalare il calice quattrocentesco con gli stemmi Acquaviva e Orsini e la raccolta di paramenti finemente ricamati tra i quali spicca una tovaglia d'altare donata dai conti Rogadeo.

    Il lapidario romanico conserva circa un centinaio di frammenti lapidei e otto travi dipinte del soffitto della cattedrale. Tra le sculture emergono il ciborio dell'altare maggiore della cattedrale, realizzato nel sec. XIII da Gualtiero da Foggia ed alcune lastre lavorate a sottosquadro e in origine decorate con smalti colorati, opera di un certo Maestro Pollice per un pulpito della cattedrale.

     

    Diocesi BRINDISI - OSTUNI

    Brindisi (BR)

    MUSEO DIOCESANO “GIOVANNI TARANTINI”

    Piazza Duomo, 12 - 72100 Brindisi (BR)

    Tel 0831 - 562391 (responsabile)

    diocesbr@libero.it

    Regione civile Puglia, diocesi Brindisi - Ostuni

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: dal 1 luglio al 30 settembre, sabato 20,00 – 23,00; domenica 9,30 – 13,30 e 16,00 – 20,00

     

    Descrizione

    Il museo, non ancora inaugurato ufficialmente, ha allestito una sala e nel 2005 ha aperto una seconda sala. Attualmente il museo comprende anche due sezioni staccate nella chiesa di Santa Teresa degli Scalzi e nella chiesa di San Benedetto.

     

     

    Ostuni (BR)

    MUSEO DIOCESANO “GIOVANNI TARANTINI” Sezione di OSTUNI

    Palazzo Vescovile di Ostuni- piano terra

    Regione civile Puglia, diocesi Brindisi - Ostuni

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in fase di allestimento

     

    Diocesi CASTELLANETA

    Castellaneta (TA)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Maria Immacolata, 4 - 74011 Castellaneta (TA)

    Tel 099 – 8441421 fax 099 - 8435099

    Regione civile Puglia, diocesi Castellaneta

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

     

     

    Diocesi CERIGNOLA - ASCOLI SATRIANO

    Ascoli Satriano (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Santa Maria del Popolo, 68 - 71022 Ascoli S. (FG)

    Tel 0885 – 429490 (Curia)  0885 – 651756 (tel e fax del museo)

    moderatore curia@alice.it

    Regione civile Puglia, diocesi Cerignola - Ascoli Satriano

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: da martedì a domenica 10,00 – 12,00 e 16,00 – 19,00 e a richiesta

     

    Descrizione

    Il museo diocesano di Ascoli Satriano fa parte del Polo Museale cittadino. Il Polo Museale di Ascoli Satriano (FG) è stato inaugurato il 24 luglio del 2007 ed è ubicato nel quattrocentesco Monastero di Santa Maria del Popolo, all'ingresso dell'abitato cittadino. È costituito dal Museo della Diocesi di Cerignola - Ascoli Satriano e dal Museo Civico Archeologico Pasquale Rosario del Comune di Ascoli Satriano. Il Museo Diocesano, al piano superiore, espone dipinti, statue, argenti, reliquiari, paramenti sacri e altri oggetti liturgici, databili dal XIII al XX sec., provenienti dalla Cattedrale di Ascoli Satriano e da altre chiese locali.

     

     

    Diocesi CONVERSANO - MONOPOLI

    Alberobello (BA)

    MUSEO “C. F. RUPPI”

    Basilica dei Santi Medici Cosma e Damiano (BA)

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: storico

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato il 30 giugno 2012. Dedicato alla memoria dell’arcivescovo di Lecce Cosmo Francesco Ruppi, nativo di Alberobello, espone oggetti a lui appartenuti, donati dalla famiglia.

     

     

    Conversano (BA)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Paolotti, 2 - 70014 Conversano (BA)

    Tel 080 - 4761088 (parrocchia)

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

     

    Descrizione

    Il museo diocesano avrà come sede un’ala del monastero di S. Benedetto, fondato nel X - XI sec e trasformato nel XVI - XVII sec, già sede del Museo Civico.

    Saranno qui esposti i ricchi arredi di proprietà del monastero benedettino, ora in deposito presso il seminario, e altri oggetti provenienti dalle chiese dell’antica diocesi.

     

     

    Monopoli (BA)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Cattedrale, 26 - 70043 Monopoli (BA)

    Tel 080 – 748002

    www.museodiocesanomonopoli.it

    info@ museodiocesanomonopoli.it

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: 10,30 - 12,30 e 16,30 - 21,30

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, biblioteca, archivio storico, archivio fotografico, bookshop; laboratorio di analisi e di restauro

    Contenuto: dipinti del XIV - XIX sec. di matrice bizantina, veneta e napoletana, miniature, manoscritti, paramenti e arredi liturgici.

     

    Da segnalare: “Madonna dello Zaffiro”, (XV sec.); Lazzaro Bastiani, “S.Gerolamo” (inizi sec. XVI); Trittico di Paolo Campsa e Giovanni di Malines del 1502; stauroteca italo - bizantina in argento dorato e smalti del XI sec

     

    Descrizione

    Inaugurato nel giugno del 2002 e ospitato in sei luminose sale del seicentesco seminario vescovile, il museo espone dipinti provenienti da chiese locali di matrice bizantina, veneta e napoletana, miniature, manoscritti e pregevoli arredi liturgici. Un corridoio d’ingresso, con tele del XVII - XVIII sec. immette nella prima sala dedicata alle icone dominata dalla grande “Madonna dello Zaffiro” di area dalmata quattrocentesca, dalla Madonna delle Grazie di produzione più popolare del XIV sec, ed un’Hodighitria di incerta provenienza dell’ultimo quarto del sec.XIV. La sala successiva, dedicata ai pittori veneti, espone un maestoso S. Girolamo di Lazzaro Bastiani (inizi XVI sec.), una Madonna in trono tra S.Lorenzo e S.Antonio Abate di Costantino da Monopoli della stessa epoca e tele di Francesco Vecellio, Paolo Veronese, Palma il Giovane e Alessandro Fracanzano. La terza sala presenta prevalentemente opere di pittori napoletani (Andrea Miglionico, Giambattista Lama, Alessandro Fracanzano, veronese ma vissuto a Monopoli) tra cui spicca la bella Madonna in gloria tra S.Eligio e S.Trifone eseguito come ex-voto nel 1634 da Paolo Finoglio; la quarta sala è dominata dallo splendido trittico firmato Paolo Campsa e Giovanni di Malines del 1502.

    Il museo conserva inoltre miniature (“Libro de la Confrataria del Corpo de Christo de la città di Monopoli miniato da Reginaldo de’ Pirano), manoscritti, paramenti e oggetti liturgici tra cui la preziosa stauroteca italo - bizantina in argento dorato e smalti del XI sec. e argenti cinque - settecenteschi come il notevole ostensorio del XVIII sec.

     

     

    Monopoli (BA)

    MUSEO della CATTEDRALE

    Via Argento - 70043 Monopoli (BA)

    Tel 080 – 742253

    www.cattedralemonopoli.net

    pietrevive@cattedralemonopoli.net

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: arte, archeologia

    Proprietà: capitolo della cattedrale

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: estate, domenica, giovedì e sabato: 17,00 – 20,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate

    Contenuto: reperti lapidei della cattedrale romanica

     

    Da segnalare: arco ornato di testine di angeli, architrave con scene della Passione (inizi sec. XII)

     

    Descrizione

    Il museo, costituito nel 1950, è stato riallestito negli anni ’90. Situato nella cripta della cattedrale barocca dedicata alla Madonna della Madia conserva reperti lapidei rinvenuti nel corso dei restauri della stessa cattedrale. Sono principalmente frammenti architettonici della chiesa romanica come l’arco ornato di testine di angeli, probabilmente appartenete al protiro (sec. XII) e l’architrave con scene della Passione (inizi sec. XII) riferibile al portale romanico.

     

     

    Monopoli (BA)

    MUSEO della CONFRATERNITA di S. GIUSEPPE

    Chiesa di S. Leonardo - 70043 Monopoli (BA)

    Tel 328 - 9226913/349 - 7170224

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: confraternita di S. Giuseppe

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: mercoledì e domenica 18,00 – 20,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate su prenotazione, bookshop, guida

    Attività culturali: la confraternita organizza una serie di manifestazioni soprattutto nella ricorrenza di S. Giuseppe

    Contenuto: arredi e suppellettile sacra, manoscritti e breviari.

     

    Descrizione

    L’ex - chiesa settecentesca di S. Leonardo, annessa all’antico convento delle benedettine, ospita dal 1904 la Confraternita di S. Giuseppe che vi ha allestito il museo. Sono esposti circa 300 oggetti d’arte sacra: arredi e paramenti liturgici, argenti settecenteschi di manifattura napoletana, antichi breviari, messali e manoscritti relativi alla storia della confraternita e della chiesa.

     

     

    Rutigliano (BA)

    MUSEO CAPITOLARE di S. MARIA della COLONNA e S. NICOLA

    Corso Garibaldi, 66 - 70018 Rutigliano (BA)

    Tel 080 - 4761088 (responsabile)

    Regione civile Puglia, diocesi Conversano - Monopoli

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: archivio storico, biblioteca

    Contenuto: arredi e suppellettile sacra, dipinti e sculture (XVI - XVIII sec.)

     

    Descrizione

    Il museo raccoglierà arredi liturgici, argenteria e paramenti sacri, dipinti e sculture lignee (XVI - XVIII sec) che testimoniano la storia della comunità religiosa di Rutigliano, già sede vescovile poi accorpata a Conversano e Monopoli.

     

     

    Diocesi FOGGIA - BOVINO

    Bovino (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    Castello di Bovino - 71023 Bovino (FG)

    Tel 0881 – 962015

    www.museodiocesanobovino.it

    info@museodiocesanobovino.it

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a offerta libera. Orario: martedì, giovedì e sabato 16,00 – 19,00; festivi 10,00 – 12,30 e 15,30 – 19,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate a richiesta

    Contenuto: argenteria ed oreficeria sacra, paramenti, dipinti

     

    Da segnalare: Mattia Preti (1613-1699), “Martirio di S. Sebastiano”, ostensorio gotico del 1452 di Pietro Vannini

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato nel 1999, chiuso per restauri nel 2006 e nuovamente inaugurato nel 2008. Allestito in tre sale all’interno dello storico castello di Bovino il museo diocesano conserva la tela di Mattia Preti rappresentante il “Martirio di S. Sebastiano”, una reliquia col frammento della Corona di Cristo, argenteria e suppellettile sacra dal sec. XV, tra cui un bell’ostensorio gotico del 1452 di Pietro Vannini, busti lignei e notevoli paramenti sacri.

     

     

    Foggia (FG)

    CENTRO MISSIONARIO AFRICANO

    Piazza Immacolata, 4 - 71100 Foggia (FG)

    Tel 0881 - 302293

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: missionario

    Proprietà: ordine religioso (frati cappuccini)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 9,00 – 13,00 e 15,00 – 18,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate su prenotazione

    Contenuto: animali imbalsamati e insetti provenienti dall’Africa

     

    Da segnalare: pelle di boa lunga 7 metri

     

    Descrizione

    In una grande sala presso il Centro missionario africano dei frati cappuccini sono esposti alcuni animali imbalsamati e insetti provenienti dall’Africa, tra cui e una pelle di boa lunga 7 metri.

    La raccolta di oggetti d’uso e strumenti musicali provenienti dal Ciad e dalle zone limitrofe e le opere di artigianato etiopico sono stati trasferiti al museo missionario di S. Giovanni Rotondo.

     

     

    Foggia (FG)

    MUSEO della RELIGIOSITA’ POPOLARE

    Piazza S. Eligio – 71121 Foggia

    Tel 0881 – 771823

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta

     

    Descrizione

    Il museo ha sede nella cripta delle chiesa delle croci detta anche del Monte Calvario.

     

     

    Foggia (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza De Sanctis - 71100 Foggia (FG)

    Tel 0881 - 961051/773482 (parroco) (responsabile) 335 - 6993242

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in corso di riallestimento

    Contenuto: suppellettile e paramenti sacri, dipinti

     

    Da segnalare: Giandomenico Vinaccia, Veste argentea dell’Icona Vetere, 1691; stauroteca a croce , XIV sec (modifiche XVII sec.)

     

    Descrizione.

    Nella chiesa dell’Annunciata (sec XIV) sono state collocate alcune teche che espongono preziosi pezzi del tesoro della Cattedrale, costituito da suppellettile sacra e paramenti liturgici, e dipinti provenienti da altre chiese della città. Attualmente è in fase di riallestimento.

     

     

    Foggia (FG)

    MUSEO EX –VOTO del SANTUARIO MADONNA INCORONATA

    Santuario Madonna Incoronata Borgo Incoronata - 71040 Foggia

    Tel 0881 – 810016/810007

    www.santuarioincoronata.it

    santuario incoronata@virgilio.it

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: specializzato (ex – voto)

    Proprietà: santuario

    Condizioni di fruibilità: aperto

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato nel 2005 ed è sito in alcuni locali adiacenti al santuario.

     

     

    S. Marco in Lamis (FG)

    MUSEO del CONVENTO di SAN MATTEO

    Convento di San Matteo Apostolo - 71014 San Marco in Lamis (FG)

    Tel 0882 - 831151-816716 (responsabile)

    bibliosanmatteo@libero.it

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: ordine religioso (frati cappuccini)

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito. Orario: ore antimeridiane su prenotazione

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: accesso disabili, bookshop, visite guidate, biblioteca, sale lettura

    Contenuto: arredi e paramenti sacri, dipinti, ex - voto, reperti archeologici

     

    Descrizione

    Il convento fondato nel VI secolo dai Longobardi, ospita oltre ad una biblioteca ricca di oltre 70.000 volumi, diverse e notevoli collezioni: una raccolta di paramenti sacri dal XVIII al XX secolo; ex-voto; suppellettile sacra e reliquiari; una pinacoteca con dipinti del XVII-XIX secolo; un lapidario medioevale (XI-XIV sec.); una sezione dedicata all’iconografia di San Michele; una raccolta archeologica con vasi dal Neolitico al III sec. a.C. e reperti litici e fittili dal Paleolitico Superiore all’età del bronzo.

     

     

    Sant’Agata di Puglia (FG)

    MUSEO PARROCCHIALE

    Chiesa matrice di S. Nicola - 71028 Sant’Agata di Puglia (FG)

    Tel 0881 - 984576

    Regione civile Puglia, diocesi Foggia - Bovino

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate

    Contenuto: statue, arredi e paramenti sacri

     

    Da segnalare: parato intessuto con fili d’argento

     

    Descrizione

    Nella cripta della chiesa dal 1993 è allestito un piccolo museo che conserva statue lignee e marmoree, antichi messali, paramenti sacri, tra cui un parato intessuto con fili d’argento e arredi liturgici prevalentemente del XVIIII secolo (calici, pissidi, ostensori, reliquiari).

     

     

    Diocesi LECCE

    Lecce (LE)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza Duomo,5 - 73100 Lecce (LE)

    Tel 0832 - 333506/244764

    artefede.org/museo.html

    museo@diocesilecce.org

    Regione civile Puglia, diocesi Lecce

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà : diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: 9,30 – 12,30; estate anche 16,30 - 19,30 da lunedì a sabato escluso il giovedì

    Servizi al pubblico: visite guidate, bookshop, archivio, biblioteca

    Attività culturali: attività di tirocinio per studenti della Facoltà di beni culturali dell’Università degli Studi di Lecce

    Contenuto: dipinti, sculture, argenti e paramenti sacri di provenienza ecclesiastica

     

    Da segnalare: tra i dipinti: la tavola veneziana con la “Madonna della tenerezza”, la tela raffigurante “Pasce oves meas” attribuito a N. Poussin, e il “Martirio di S. Orsola e le compagne” di Paolo Finoglia; tra le sculture l’”Assunta” di Nicola Fumo; tra gli argenti il tronetto di N. Storace e il busto di S. Oronzo di Domenico Gigante

     

    Descrizione

    Accolto nello splendido seminario, costruito su progetto di Giuseppe Cino tra il 1694 e il 1709, il museo è stato inaugurato nel 2004 e si compone di due ampie sale e di due piccoli ambienti, in cui sono raccolti dipinti, sculture, argenti e paramenti liturgici, che non solo documentano un percorso della storia artistica della diocesi di Lecce, con particolare riferimento alla città, ma testimoniano anche il ruolo svolto dalla Chiesa nella vita della comunità dei credenti.

    Nella prima sala sono esposti dipinti che vanno dalla fine del ‘400 alla fine del ‘600, tra i quali spiccano per valore e interesse culturale la tavola veneziana “La Madonna della tenerezza”, il ciclo tematico degli Apostoli di ambito del Ribera, la Sacra famiglia del “cucito” di Paolo Finoglia e il dipinto attribuito a N. Poussin raffigurante il tema “Pasce oves meas”. Nella stessa sala sono sistemati su apposito soppalco gli argenti e i paramenti sacri. I primi sono, nel maggior numero, opera di argentieri napoletani di epoca barocca, di cui interpretano lo splendore e la magnificenza, grazie anche alla natura preziosa del loro materiale. Esempio emblematico è il tronetto dell’argentiere napoletano Gaetano Storace. I secondi sono solo alcuni esempi di un più ricco patrimonio, di manifattura di varia provenienza, che documentano la ricchezza di significato che essi avevano nel rituale liturgico e attestano, altresì, il ruolo dei vescovi, che non disdegnarono di legare anche ai paramenti il ricordo del loro episcopato.

    Nella seconda sala sono esposti i dipinti dei pittori del Settecento O. Tiso e S. Elmo e la grande scultura dell’”Assunta” del napoletano Nicola Fumo.

    Nei due ambienti più piccoli trovano posto l’”Ecce Homo”, busto ligneo di ambito napoletano di fine ‘500, il busto di San Cesario, altra opera di Fumo, e la Giuditta, singolare statua in cartapesta realizzata nel 1898 da Raffaele Caretta.

     

     

    Lecce (LE)

    MUSEO MISSIONARIO CINESE e di STORIA NATURALE

    Via Roma, 1277129 – Sava (TA)

    Tel 099 – 9746045 340 – 7597150

    museocinesesava@libero.it

    conventosava@fratiminorilecce.org

    Regione civile Puglia, diocesi Lecce

    Tipologia: missionario, etnografico, naturalistico

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: martedì, giovedì e sabato 9,30 – 11,00, da ottobre ad aprile 16,00 – 18,00, da maggio a settembre 17,00 – 19,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, bookshop, caffetteria, biblioteca, sale lettura, archivio storico, archivio fotografico

    Attività culturali: attività didattica e di ricerca anche in collaborazione con associazioni come WWF e ANBI

    Contenuto: reperti etnografici della Cina continentale e di Taiwan, esemplari di fauna marina e terrestre, minerali, fossili, erbario

     

    Da segnalare: collezione di porcellane, strumenti musicali e monete cinesi, collezione dei molluschi, uccelli e minerali

     

    Descrizione

    Il museo, sorto per iniziativa di padre Tommaso Leopizzi nel 1982, raccoglie le collezioni, già sistemate da padre Egidio De Tommaso nel rinascimentale palazzo Della Monica, di reperti venuti dalla Cina per opera di padre Santoro e altri provenienti dalle missioni francescane. Ora, sistemato in 12 sale, comprende una sezione di cultura cinese con una raccolta di monete delle diverse dinastie fino ai primi anni della repubblica, arazzi di varie epoche, vasi, armi, amuleti e strumenti musicali; una seconda sezione è dedicata alla storia naturale con collezioni di fauna marina (crostacei, pesci, madrepore, coralli e conchiglie), terrestre (500 esemplari tra coleotteri, lepidotteri, rettili, uccelli e mammiferi) e mineralogia, con minerali e fossili alcuni risalenti al Paleozoico. Vi è inoltre un erbario con le piante del Salento.

     

     

    Lecce (LE)

    PINACOTECA d’ARTE FRANCESCANA “R. CARACCIOLO”

    Via Imperatore Adriano, 79 - 73100 Lecce (LE)

    Tel 0832 - 455009/455010 (fax)

    www.pinacotecafrancescanalecce.it

    info@pinacotecafrancescanalecce.it

    Regione civile Puglia, diocesi Lecce

    Tipologia: arte

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: mart.merc.ven.:8,30 – 12,30  e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: ingresso ai disabili, visite guidate, bookshop, biblioteca, archivio storico e fotografico, sale lettura, caffetteria

    Attività culturali: attività didattica, mostre d’arte

    Contenuto: dipinti dal ‘500 all’800 di autori salentini e pugliesi, statue in cartapesta, legno e pietra, paramenti liturgici

     

    Da segnalare: dipinti di Fra Giacomo da S. Vito (sec. XVII), Fra’ Francesco di Martina Franca, Oronzio Tiso (XVIII sec.), “S. Margherita da Cortona”, “S. Francesco guarisce un

    indemoniato” Serafino Elmo, “ l'Immacolata Concezione”

     

    Descrizione

    La pinacoteca d’arte francescana, inaugurata il 7 novembre 1968, nasce per opera del padre Egidio De Tommaso, che verso la fine degli anni ’50 del secolo XX raccolse nei vari conventi del leccese tele in stato di abbandono, le restaurò e le collocò nel rinascimentale palazzo Fulgenzio della Monica ed è stata riaperta  nel dicembre 2015 dopo due anni di restauro in un nuovo allestimento.

     Oltre ai dipinti, provenienti anche da lasciti e donazioni, sono esposte anche statue in cartapesta  di produzione lecceseparamenti liturgici e 2 sale monotematiche sono dedicate al padre Raffaello Pantaloni, autore della decorazione in affresco della stessa chiesa di S. Antonio a Fulgenzio e ad Ezechiele Leandro, poliedrico artista locale, autore di una serie di pannelli raffiguranti i fioretti di Francesco d'Assisi.  

    La collezione pittorica si allarga poi alle opere di artisti del calibro di Giuseppe de RiberaOronzo TisoGianserio Strafella, abbracciando così tutta la poetica pittorica controriformista. 

    Le opere novecentesche provenienti dalla collezione “balsamo”, a firma di Francesco Romano, Giuseppe Casciaro e Stanislao Sidoti, completano il percorso espositivo.

     

    .

     

     

    Monteroni di Lecce (LE)

    PRO ARTE PRO DEO MUSEUM

    Regione civile Puglia, diocesi Lecce

    Tipologia: arte

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

     

     

    Diocesi LUCERA - TROIA

    Casalnuovo Monterotaro(FG)

    MUSEO CARDINAL PIETRO PARENTE

    Chiesa Madonna della Rocca (FG)

    Tel 0881 - 559521

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte sacra, storico

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: aperto

    Contenuto:

     

    Descrizione

    Aperto nel maggio 2015 il piccolo museo raccoglie i ricordi dell’insigne teologo insieme a suppellettili ed ex voto della parrocchia

    Castelnuovo della Daunia (FG)

    MUSEO PARROCCHIALE

    Piazza Municipio - 71034 Castelnuovo della Daunia (FG)

    Tel 0881 - 559521

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: aperto

    Contenuto: dipinti, statue, arredi e suppellettile sacra dal 1200 al 1900

     

    Descrizione

    La collezione, che conta più di 3000 oggetti tra statue, dipinti, arredi e suppellettile sacra, era esposta in un palazzo del ‘600, gravemente danneggiato e reso inagibile dal terremoto. Attualmente tutto è in deposito presso l’archivio comunale in attesa che, in accordo col Comune, vengano eseguiti i lavori di restauro e riallestimento dell’immobile.

     

     

    Lucera (FG)

    MUSEO DIOCESANO di LUCERA

    Piazza Duomo, 13 - 71036 Lucera (FG)

    Tel 0881 - 520882 338 – 7097139

    www.diocesiluceratroia.it

    museodiocesanolucera@yahoo.it

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità:aperto. Ingresso a offerta libera. Orario: mercoledì, venerdì e sabato 9,30 - 12,30

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: archivio storico, biblioteca diocesana, bookshop

    Attività culturali: mostre periodiche

    Contenuto: dipinti (sec. XVI), argenteria e oreficeria sacra (sec. XIII - XIX), paramenti sacri (XIV - sec), mobili d’epoca

     

    Da segnalare: dittico sulmonese d’argento dorato del sec. XIV, camice in lino con fregi e figure in filo d’oro (1322 - 23), pisside di ambito arabo – siculo, sec. XIII

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1999, occupa 11 sale nel settecentesco palazzo vescovile per un totale di circa 500 mq di esposizione. Vi è allestita una storica pinacoteca che presenta circa 40 dipinti su tela e tavola provenienti da chiese e conventi soppressi di Lucera, tra cui due tavole rinascimentali del Tartaglia (1565) e Francesco da Torremaggiore (1515) e i ritratti dei vescovi, primi tra tutti quelli di Mons. Freda (1798 - 1816). Sono inoltre esposti mobili d'epoca tra cui un pregevole esemplare di armadio - altare in legno dorato della seconda metà del XVIII sec.. Una sala è infine dedicata al tesoro della cattedrale con oggetti di argenteria e oreficeria sacra, reliquiari e paramenti databili dal XIII al XIX sec. Particolarmente interessante è una pisside cinquecentesca, una pisside di ambito arabo -  siculo del sec. XIII e il dittico sulmonense d’argento dorato del sec. XIV, con le figure lavorate a sbalzo della Crocefissione e Cristo in trono tra gli Evangelisti. Tra i tessuti e i paramenti sacri il pezzo più antico e prezioso è il camice in lino con fregi e figure in filo d’oro del Beato Agostino Kazotic, vescovo di Lucera dal 1322 al 1323; dello stesso vescovo si conservano anche la stola ricamata in oro e seta policroma, il cingolo di seta cremisi, il manipolo, un calice e la reliquia di un dito.

     

     

    Orsara di Puglia (FG)

    MUSEO DOCESANO

    Corso Umberto I – Orsara di Puglia (FG)

    Tel 0881 – 964407

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte, arte sacra

    Condizioni di fruibilità: aperto su prenotazione.

     

     

    Troia (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    Ex monastero delle Benedettine via Ospedale, 2 - 71029 Troia (FG)

    Tel 0881 – 970081/726245

    www.ameipuglia.it

    diocesiluceratroia@.it

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, biblioteca, bookshop

    Contenuto: frammenti lapidei, sculture, dipinti, argenteria e paramenti sacri

     

    Da segnalare: capitello di epoca federiciana (1200), gruppo di statue in cartapesta di scuola napoletana del ‘700 rappresentante i Cinque Misteri Dolorosi, Francesco Solimena, “Visione di S. Pietro d’Alcantara”, (sec. XVII-XVIII), Luca Giordano (attr.), “Madonna col Bambino” (XVII sec.)

     

    Descrizione

    Il museo, fondato nel 1965 e inaugurato nel 2010, è ospitato nel cinquecentesco monastero delle benedettine; in sei grandi sale raccoglie frammenti architettonici e sculture provenienti prevalentemente dall’antico arredo marmoreo della cattedrale, tra cui un capitello di epoca federiciana; vi è inoltre una porzione di pavimento spicato appartenente ad una necropoli del IV - II sec. a.C. Da diverse chiese del territorio sono stati recuperati oggetti d’arte sacra e paramenti liturgici (sec. XVIII), bronzi, dipinti (XVII - XVIII sec. ), sculture tra cui un gruppo in cartapesta di scuola napoletana del ‘700 rappresentante i Cinque Misteri Dolorosi. Da segnalare inoltre il dipinto di F. Solimena “Visione di S. Pietro d’Alcantara “(sec. XVII - XVIII), e una “ Madonna col Bambino (XVII sec.)” attribuita a Luca Giordano (XVII sec.). La visita alla cripta conclude il percorso museale.

     

     

    Troia (FG)

    TESORO della CATTEDRALE

    Piazza Episcopio - 71029 Troia (FG)

    Tel 0881 - 970258

    info@diocesiluceratroia.it

    Regione civile Puglia, diocesi Lucera - Troia

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità:aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: archivio storico, biblioteca, sale lettura, visite guidate

    Contenuto: argenteria e oreficeria sacra, paramenti, avori, pergamene miniate

     

    Da segnalare: tre rotoli liturgici dell’Exultet (XII - XIII sec.)

     

    Descrizione

    Il tesoro della cattedrale, inaugurato nel 2006 nell’ex seminario vescovile comprende 4 sezioni: argenti (XV - XVII sec.), avori (XII – XVII sec) e bronzi;  paramenti sacri (piviale rosso del 1513, pianeta verde del 1387); volumi e  pergamene.

    Da segnalare nelle prime tre sezioni sono: statue d’argento del XVII secolo, due candelieri del XV, un tabernacolo del XVII, un pastorale del XVII, un calice del Cellini o della sua scuola (1521), una pisside in rame a smalti del ‘200, un cofanetto d’avorio e bronzo dorato, d’arte mussulmana del sec. XII.

    Di particolare rilevanza nella quarta sezione  sono i tre rotoli liturgici dell’Exultet, lunghi complessivamente più di 11 metri realizzati nel sec. XII - XIII nell’area culturale beneventano - cassinese, probabilmente nella stessa Troia.

     

     

    Diocesi MANFREDONIA - VIESTE

    Manfredonia (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    MUSEO DIOCESANO

    Palazzo Arcivescovile,

    Via Arcivescovado, 12 71043  Manfredonia

    Tel +39 335 8186373 – 338 8648868 - 0884 538371

    www.diocesimanfredoniaviestesangiovannirotondo.it/museo/

    Regione civile Puglia, diocesi Manfredonia - Vieste

    Tipologia: arte, arte sacra

    Condizioni di fruibilità: aperto Orari: fino al 15 settembre:  18-20 chiuso il lunedì

    Contenuto: dipinti, paramenti sacri, sculture e suppellettile liturgica, databili dal XV al XX secolo,

     

    Descrizione

    Il Museo Diocesano di Manfredonia, allestito nel Palazzo Arcivescovile, presenta dipinti, paramenti sacri, sculture e suppellettile liturgica, databili dal XV al XX secolo, provenienti dalla Cattedrale di San Lorenzo Maiorano e da altre chiese del territorio diocesano. Tra le opere esposte esposti i paramenti appartenuti al cardinal arcivescovo Vincenzo Maria Orsini, poi papa Benedetto XIII, gli stemmi araldici e alcuni ritratti degli arcivescovi della diocesi..

    Il Museo è  stato inaugurato il 9 luglio 2016

     

     

    Monte Sant’Angelo (FG)

    MUSEO della BASILICA di SAN MICHELE

    Basilica di S. Michele via Reale Basilica , 127 - 71037 Monte Sant’Angelo (FG)

    Tel 088 - 4561150

    www.santuariosanmichele.it

    info@santuariosanmichele.it

    Regione civile Puglia, diocesi Manfredonia - Vieste

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: ordine religioso (congregazione di San Michele)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: inverno: 9,00 – 12,00 e 14,30 – 17,00; estate: 8,15 – 12,00 e 15,00 – 19,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: bookshop, visite guidate, audioguide

    Attività culturali

    Contenuto: reperti lapidei dal VI al XV, arredi e paramenti sacri, ex - voto

     

    Da segnalare: icona bizantina in rame dorato raffigurante S. Michele del VII secolo, una croce in filigrana e cristallo (sec. XIII)

     

    Descrizione

    Il museo, ospitato nella basilica di S. Michele Arcangelo, sorto alla fine del VI sec e ricostruito nel 871, inaugurato nel 1989, è costituito da due raccolte indipendenti: il museo devozionale, attualmente non visitabile perché in ristrutturazione, e il museo lapidario. Il museo devozionale conserva arredi e paramenti sacri, ex-voto e donazioni che testimoniano la devozione verso il Santo; sono notevoli un’icona bizantina in rame dorato raffigurante S. Michele del VII secolo e una croce in filigrana e cristallo, dono dell’imperatore Federico II.

    Il museo lapidario, situato nelle cripte di epoca longobarda, presenta reperti lapidei dal VI al XV secolo: graffiti giudeo - cristiani, incisioni longobarde, sculture in pietra e marmo, tra cui un resto dell’antico ambone dell’arcidiacono Acceptus, con un’aquila in pietra (1041) e transenne dell’VIII sec.

     

     

    S. Giovanni Rotondo (FG)

    MUSEO BIOGRAFICO di PADRE PIO

    Via Pirgiano, 25 - 71013 S. Giovanni Rotondo (FG)

    Tel 0882 - 459728/450245 (fax)

    www. museopadrepio.it

    museopadrepio@hotmail.com

    Regione civile Puglia, diocesi Manfredonia - Vieste

    Tipologia: storico

    Proprietà: Comune, privato (Società Museum Projet)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: 10,00 – 13,00 e 15,30 - 18,30 (estate 20,00)

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate, ingresso disabili, bookshop

    Contenuto: museo delle cere

     

    Descrizione

    Realizzato nel 2001 dalla collaborazione della Società Museum Project di Firenze col Comune di S. Giovanni Rotondo, il museo è situato nei due piani del palazzo settecentesco del centro storico in cui visse il Cav. Francesco Morcaldi, più volte sindaco del paese ed amico fraterno di Padre Pio. In 10 sale sono esposte statue di cera che rappresentano le scene salienti della vita di Padre Pio.

     

     

    S. Giovanni Rotondo (FG)

    MUSEO MISSIONARIO dei FRATI CAPUCCINI

    Convento dei Frati Cappuccini - 71013 S. Giovanni Rotondo (FG)

    Tel 0882 - 417111

    Regione civile Puglia, diocesi Manfredonia - Vieste

    Tipologia: missionario, etnografico

    Proprietà: ordine religioso (frati cappuccini)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 10,00 – 12,00 e 17,00 – 20,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: visite guidate

     

    Descrizione

    Nel museo è confluito il materiale già esposto nel museo missionario di Foggia: si tratta di reperti pervenuti dalle missioni francescane prevalentemente del Ciad e zone limitrofe: oggetti d’uso, strumenti musicali e opere di artigianato.

     

     

    S. Giovanni Rotondo (FG)

    MUSEO delle RELIQUIE di PADRE PIO

    Convento dei Frati Cappuccini - 71013 S. Giovanni Rotondo (FG)

    Tel 0882 – 417111

    www.padrepioesangiovannirotondo.it

    Regione civile Puglia, diocesi Manfredonia - Vieste

    Tipologia: storico

    Proprietà: ordine religioso (frati cappuccini)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 7,30 – 12,00 e 15,30 - 18,30

    Contenuto: oggetti appartenuti a Padre Pio

     

    Descrizione

    Il museo consiste in un percorso allestito all’interno del convento dove visse e operò Padre Pio che espone paramenti, arredi liturgici ad altri oggetti a lui appartenuti. Un’altra sala con testimonianze della vita del Padre è allestita all’interno dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza.

     

     

    Diocesi MOLFETTA - RUVO - GIOVINAZZO - TERLIZZI

    Molfetta (BA)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Entica della chiesa - 70056 Molfetta (BA)

    Tel 348 – 4113699

    info@museodiocesanomolfetta.it

    Regione civile Puglia, diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: seminario, diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: inverno 10,00 – 13,00 e 17,30 – 20,30; estate 18,00 – 21,00

    Servizi al pubblico, bookshop, visite guidate, servizi didattici

    Contenuto: dipinti e sculture (XVII - XIX sec.), paramenti sacri, reperti archeologici

     

    Da segnalare: Bernardo Cavallino, “Pietà”  sec. XVII

     

    Descrizione

    Il museo è ospitato nei locali del seminario vescovile e occupa il piano terra, il primo  e il secondo piano. In esso sono esposti materiali già nella Pinacoteca Salvucci, inaugurata nel 1980, che consiste in dipinti soprattutto di autori meridionali, dal XVII al XIX secolo, miniature, sculture lignee (XVII - XX sec.), paramenti sacri e i reperti archeologici riordinati nel 1950 dal vescovo Achille Salvucci. Questi ultimi sono manufatti litici provenienti dal Pulo di Molfetta (IV - II millennio a.C.) e da Terlizzi, ed inoltre armi, utensili, fossili, bronzi, ceramiche ellenistiche, monete e corredi tombali peuceti (VIII - III sec .a.C.).

     

     

    Molfetta (BA)

    MUSEO della PIETA’ POPOLARE

    Piazza Basilica, 1 - 70056 Molfetta (BA)

    Tel 080 - 3381369

    info@madonnadeimartiri.191.it

    www.ameipuglia.it

    Regione civile Puglia, diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi

    Tipologia: specializzato (ex – voto), arte sacra

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 9,00 – 12,00 e 16,30 - 20,30

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: accesso ai disabili, bookshop, visite guidate, caffetteria

    Contenuto: ex-voto, argenteria e oreficeria sacra, paramenti, dipinti e statue, presepi

     

    Da segnalare: raccolta di 28 ex - voto in oro e argento

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1993, è allestito nel santuario e raccoglie testimonianze della devozione popolare rivolta soprattutto alla Madonna dei Martiri: ex-voto, stampe, dipinti, argenti, statue di varia fattura, esempio di artigianato dell’Italia Meridionale dal ‘700 ai giorni nostri. Sono inoltre esposti piccoli presepi provenienti da varie parti dell’Italia e del mondo, paramenti sacri e i reperti archeologici rivenuti nel corso degli scavi effettuati nell’area delle tre navate della chiesa.

     

     

    Diocesi NARDO’ - GALLIPOLI

    Gallipoli (LE)

    MUSEO DIOCESANO MONS. VITTORIO FUSCO

    Via Antonietta de Pace, 51 - 73014 Gallipoli (LE)

    Tel/fax 0833/512690

    Museo diocesano.gallipoli@cslpuglia.net

    Regione civile Puglia, diocesi Nardò - Gallipoli

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: Giugno – Settembre:  tutti i giorni 17,30 – 23,00 - lunedì chiuso ;Ottobre – Maggio :   giorni feriali dalle 9,00 alle 12,30- Sabato, domenica e festivi:dalle  9.00 alle12,30 e dalle 15,30 alle18,30  lunedì chiuso

    Contenuto: dipinti, sculture, argenteria e oreficeria liturgica, paramenti sacri e materiale archeologico

     Sussidi per il visitatore e strutture annesse: servizi didattici, bookshop, visite guidate, sala multimediale

     

    Descrizione

    La sede del museo è l’ex - seminario vescovile di Gallipoli, palazzo settecentesco completamente restaurato che ospita, in 12 sale per circa 900 mq di esposizione, il tesoro della cattedrale, dipinti, sculture, argenteria e oreficeria liturgica, paramenti sacri e materiale archeologico provenienti dalla cattedrale e da diverse chiese della città
    Il museo è stato inaugurato il 2 luglio 2004 e fa parte del Sistema Museale della Provincia di Lecce.  Oggetto di un nuovo aggiornamento è stato riaperto al pubblico nel luglio 2016 e intitolato a Mons. Fusco

    Nardò (LE)

    MUSEO DIOCESANO MONS. ALDO GARZIA

    Piazza Pio XI – 73048 Nardò (LE)

    Tel 0833 – 871659  340 – 5012540  fax 0833 – 561897

    ufficiobeniculturali@diocesinardogallipoli.it

    Regione civile Puglia, diocesi Nardò - Gallipoli

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: in corso di allestimento

    Contenuti: arredi liturgici, paramenti, dipinti, sculture provenienti dalle chiese della città

     

    Descrizione

    La sede del futuro museo è l’ex seminario di Nardò.

     

     

    Gallipoli (LE)

    MUSEO DIOCESANO 

    Via Antonietta de Pace, 51 - 73014 Gallipoli (LE)

    Tel 0833 – 502439/599859

    Museo diocesano.gallipoli@cslpuglia.net

    Regione civile Puglia, diocesi Nardò - Gallipoli

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da giugno a settembre tutti i giorni 16,30 – 23,00; da ottobre a marzo feriali 9,00 – 12,00, sabato, domenica e festivi 9,00 – 12,00 e 15,30 – 18,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: servizi didattici, bookshop, visite guidate, sala multimediale

     

    Descrizione

    La sede del museo è l’ex - seminario vescovile di Gallipoli, palazzo settecentesco completamente restaurato ed adattato che ospita, in 12 sale per circa 900 mq di esposizione, il tesoro della cattedrale, dipinti, sculture, argenteria e oreficeria liturgica, paramenti sacri e materiale archeologico provenienti dalla cattedrale e da diverse chiese della città.

    Il museo è stato inaugurato il 2 luglio 2004 e fa parte del Sistema Museale della Provincia di Lecce.

     

     

    Diocesi ORIA

    Oria (BR)

    MUSEO DIOCESANO A. M. KALEFATI

    Piazza Cattedrale, 9 - 72024 Oria (BR)

    Tel 0831 - 845093/849844

    www.ameipuglia.it

    bbcc@diocesidioria.it

    Regione civile Puglia, diocesi Oria

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: lunedì, mercoledì e venerdì 9,00 - 12,30 e 16,30 - 19,00 e a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: bookshop, visite guidate, archivio storico, archivio fotografico, sale lettura, biblioteca

    Contenuto: dipinti (XVII - XVIII sec.), sculture, arredi sacri, reperti archeologici rinvenuti nel territorio

     

    Da segnalare: piatto per la raccolta delle elemosine con la raffigurazione di S. Giorgio

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato in occasione del Giubileo del 2000 ed è ospitato nel rinascimentale palazzo vescovile. Conserva circa 280 opere provenienti da varie chiese della diocesi: dipinti prevalentemente di artisti locali del XVII - XVIII sec, sculture, statue in cartapesta, corredi e arredi liturgici. Tra le opere più significative sono da segnalare un piatto elemosiniere di manifattura tedesca con la raffigurazione di S. Giorgio e la statua in cartapesta di S. Nicola da Tolentino.

    Ai piani inferiori è esposta la raccolta archeologica creata da Alessandro Kalefati, eletto vescovo di Oria nel 1781. Il materiale è costituito da reperti rinvenuti nel territorio diocesano, dal paleolitico all’età dei metalli. Particolarmente interessanti sono le collezioni del periodo classico, messapico, romano e medievale.

     

     

    Oria (BR)

    GIARDINO DIDATTICO ZOOLOGICO

    Santuario di S. Cosimo alla Macchia - 72024 Oria (BR)

    Tel 0831 – 896942 fax 0831 – 768185

    ferraioli@libero.it

    Regione civile Puglia, diocesi Oria

    Tipologia: naturalistico

    Proprietà: ecclesiastico (santuario)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: inverno 9,00 – 19,00; chiuso martedì

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: accesso ai disabili, bookshop, visite guidate

    Contenuto: esemplari zoologici

     

    Da segnalare: cranio di elefante africano

     

    Descrizione

    Il giardino zoologico di Oria, fondato nel 1963 e situato nel recinto del santuario di San Cosimo alla Macchia, ha annesso un museo didattico che conserva animali impagliati e imbalsamati, pelli conciate e crani, tra cui quello di un elefante africano.

     

     

    Oria (BR)

    MUSEO ETNOGRAFICO REGIONALE PUGLIESE di ORIA

    Santuario di S. Cosimo alla Macchia - 72024 Oria (BR)

    Tel 335 – 7261616  320 – 3789071

    www.santuariosancosimo.it

    francodino@tiscalinet.it

    Regione civile Puglia, diocesi Oria

    Tipologia: etnografico, antropologico

    Proprietà: ecclesiastico (santuario)

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: inverno domenica 15,00 - 18,30; estate 17,00 – 20,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: archivio storico, archivio fotografico, bookshop, visite guidate

    Contenuto: 4000 oggetti che illustrano la vita e i mestieri dal ‘700 al ’900

     

    Descrizione

    Il Museo Etnografico Regionale Pugliese 1600/1900 è ospitato in un immobile sito accanto al Santuario di San Cosimo alla Macchia, distante circa 5 Km dal comune di Oria. L’edificio mostra una vasta entrata in cui sono esposti i reperti e tre ampi saloni espositivi disposti su due piani dove si articolano le tre sezioni del Museo: ”Mondo Contadino, Vita Sociale e Mestieri Scomparsi”, con foto, arredi, ricostruzioni di ambienti ed una vasta collezione di giornali e riviste d’epoca. Il Museo, inaugurato nel 2007, nasce dall’amore per la propria terra del signor Gerardo Andriulo, che ha dedicato alla raccolta dei reperti circa 40 anni della sua vita e lo ha donato al santuario. Accreditato come il più grande del Mezzogiorno, con oltre 5000 pezzi, è tra i più ricchi d’Italia.

    Completa la visita al museo la sezione degli ex – voto.

     

     

    Diocesi OTRANTO

    Otranto (LE)

    MUSEO DIOCESANO di OTRANTO

    Piazza Basilica, 3 - 73028 Otranto (LE)

    Tel 0836 – 801133

    beniculturali@virgilio.it

    Regione civile Puglia, diocesi Otranto

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da giugno a settembre, da martedì a domenica 10,00 – 13,00 e 16,00 – 20,00; da ottobre a maggio sabato, domenica e festivi 10,00 – 12,00 e 16,00 – 18,00, feriali a richiesta

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: depliant, attività didattiche, visite guidate, accesso ai disabili

    Attività complementari. Al piano superiore è attivo un laboratorio di quartiere organizzato da un' impresa di Bari specializzata anche nell'architettura sacra, che organizza indagini e dibattiti. Si è poi insediato il Centro Diocesano di Cultura S. Nicola di Casole con il compito di organizzare mostre e convegni per la valorizzazione del patrimonio

    Contenuto: frammenti architettonici, statue , dipinti del XVII - XVIII sec., arredi sacri.

     

    Da segnalare: fonte battesimale del XV sec

     

    Descrizione

    Il museo, istituito per volontà del vescovo mons. Vincenzo Franco, è stato inaugurato nel 1992 e ha come sede il Palazzo Lopez, costruito nel XVI secolo, completamente restaurato. Sono state qui raccolte ed esposte opere d’arte, oggetti liturgici e beni storici provenienti soprattutto dai lavori di restauro della cattedrale, ma anche materiali giunti da altre località e che non trovavano più posto nelle chiese a cui erano stati inizialmente destinati.  Il museo comprende tre sezioni.

    Al piano terra è allestito il lapidario e la sezione scultura : frammenti architettonici, lapidi , sculture prevalentemente barocche di pietra tufacea salentina. Particolarmente interessante è un fonte battesimale del sec. XV che presenta sugli otto lati una serie di immagini che, unitamente alle didascalie corrispondenti, visualizzano una riflessione teologica sul Battesimo e l‘Angelo musicante, opera di ignoto scultore salentino del XVII secolo, divenuta il simbolo del museo.

    Al primo piano è situata la collezione dei dipinti, prevalentemente di autori pugliesi dei secoli XVII - XVIII, come il S. Michele che atterra il demonio (1746) e le quattro tele con le Storie di S. Luigi dei Francesi (sec. XVII), oltre al frammento di mosaico pavimentale policromo tardo-romano (IV - V sec. d.C.) rinvenuto sotto il pavimento romanico della cattedrale.

    Al secondo e ultimo piano sono conservati, oltre ai ritratti dei vescovi che si sono succeduti alla guida della diocesi, arredi sacri e strumenti liturgici, tra cui notevoli libri (Graduale romano), le argenterie realizzate dagli orafi Andrea De Blesio (1694 - 1753) e Filippo del Giudice e lo sfarzoso piviale del vescovo De Aste, prodotto a Napoli alla fine del ’600.

     

     

    Poggiardo (LE)

    MUSEO degli AFFRESCHI BIZANTINI

    Piazza G. Episcopo - 73037 Poggiardo (LE)

    Tel 0836 - 904114

    www.poggiardo.com

    segreteriagenerale@poggiardo.com

    Regione civile Puglia, diocesi Otranto

    Tipologia: arte

    Proprietà: Comune

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a domenica 9,00 – 12,00 e 16,00 – 19,00; chiuso lunedì

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: archivio fotografico, visite guidate, acceso ai disabili

    Contenuto: affreschi bizantini staccati e ricollocati.

     

    Descrizione

    In un padiglione, ricostruito sulla base della pianta della cripta di S. Maria degli Angeli (XI - XXI sec.), sono stati collocati secondo l’ordine originario gli affreschi parietali bizantini rimossi dalla stessa cripta e restaurati.

     

     

    Diocesi S. SEVERO

    S. Severo (FG)

    MUSEO DIOCESANO

    Vico Freddo,5 - 71016 San Severo (FG)

    Tel 0882 – 3375715/335851

    archifiore@tiscali.it

    www.ameipuglia.it

    Regione civile Puglia, diocesi S. Severo

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: da giugno a settembre martedì e sabato 18,00 – 20,30; da ottobre e maggio martedì e sabato 17,30 – 19,30; giovedì 10,00 – 12,00; domenica 10,00 – 12,30

    Contenuto: dipinti, statue, suppellettile liturgica

     

    Descrizione

    Il museo diocesano trae origine dal museo della cattedrale aperto nel 1992 in alcuni locali adiacenti alla cattedrale stessa. Nel 1999 le collezioni vennero trasferite in un unico vasto locale seminterrato del seminario che debitamente ordinate diedero vita al museo diocesano inaugurato nel 2000.

    Il museo raccoglie dipinti, sculture, argenteria e oreficeria sacra, reliquiari e paramenti liturgici provenienti dalla cattedrale e da altre chiese della diocesi. E’ in progetto l’ampliamento della sede espositiva fino a comprendere il primo piano dello stesso palazzo.

     

     

    Diocesi TARANTO

    Taranto (TA)

    MUSEO DIOCESANO

    Vico I Seminario - 74121 Taranto (TA)

    Tel 099 - 4709611 (Curia)- 0994709670

    museodiocesano@diocesi.taranto.it

    www.ameipuglia.it

    Regione civile Puglia, diocesi Taranto

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: martedì 9,00 – 12,30; giovedì 9,00 – 12,30 e 16,00 – 19,30; sabato e domenica 9,00 – 13,00 e 16,00 – 19,00

    Servizi al pubblico: audio guide, biblioteca, laboratorio di restauro, mediateca, sale per eventi e mostre, visite guidate

    Contenuti: dipinti, lapidi, paramenti, reperti archeologici, sculture, suppellettile liturgica

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 2011, ha come sede l’ex - seminario completamente restaurato ed espone il tesoro della cattedrale, argenti e oreficeria sacra, paramenti liturgici e dipinti provenienti da varie chiese della diocesi.

     

     

    Diocesi TRANI - BARLETTA - BISCEGLIE

    Barletta (BA)

    MUSEO DIOCESANO sezione di Barletta

    Piazza Duomo - 70051 Barletta (BA)

    Tel 0883 - 531274 (Curia di Barletta) 0883 – 494223 (responsabile)

    beniculturali@arctrani.it

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: chiuso; in corso di riallestimento

    Contenuto: dipinti, oggetti liturgici, paramenti, codici, pergamene

     

    Da segnalare: oggetti di fattura mussulmana dei sec. XII e XIII

     

    Descrizione

    Il museo diocesano è sorto nel 1954 come raccolta presso la sacrestia della cattedrale di S. Maria Maggiore. Chiusa per restauri la cattedrale nel 1981, gli oggetti preziosi, tra cui il tesoro della cattedrale, sono stati trasferiti nel monastero delle benedettine celestine di S. Ruggero per motivi di sicurezza e le tele con altri pezzi della raccolta sono stati ricoverati nella sede della Curia, palazzo del sec. XVI, residenza degli arcivescovi di Nazareth.

    In totale la collezione consta di 400 pezzi. La pinacoteca presenta l'”Immacolata" di A. Bordone, alcune tele dei Fracanzano e una "Natività" di Carlo Rosa provenienti dalla chiesa di S. Antonio. Tra gli oggetti preziosi spiccano due cornici argentee delle icone "Madonna dello Sterpeto" esposta nell'omonimo santuario e "Madonna della Disfida o Assunta" della Cattedrale. Il gruppo più interessante è costituito da tre oggetti di fattura mussulmana del sec. XII - XIII, donati da Giovanni Pipino a Barletta dopo la vittoria sui Saraceni: una lumiera in piombo traforato, un cofanetto bronzeo con iscrizioni in caratteri nashki e cufici e una teca cilindrica in avorio. Fra i paramenti preziosi un parato pontificale giallo, donato da Papa Urbano VIII nella prima metà del XVII sec.

     

     

    Barletta (BA)

    MUSEO della CATTEDRALE

    Piazza Duomo - 76021 Barletta (BA)

    Tel 0883 - 531274 (Curia di Barletta) 0883 – 494223 (responsabile)

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: capitolo della cattedrale

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: tutti i giorni 9,00 – 12,00 e 17,00 – 20,00; chiuso capodanno, Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, 15 agosto, 1 novembre, 8 dicembre, Natale e Santo Stefano

    Servizi al pubblico: bookshop, visite guidate, sala convegni, ristorazione, accoglienza bambini, accoglienza disabili

    Contenuto: arredi liturgici (XII - XIII sec), codici miniati (XIII sec.), dipinti (XV - XVI sec.)

     

    Da segnalare: cofanetto arabo del XIII sec., vesperale miniato del XIII secolo

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato il 20 luglio 2012 ed è sito in due locali annessi alla sacrestia della basilica, costruita in forme romaniche nel XII sec., ampliata in forme ogivali nel XIV sec. e recentemente restaurata.

    Il museo comprende sei sezioni: archeologia, pittura, scultura, paramenti, arredi e mostre temporanee. Vi è custodito il tesoro che presenta oggetti d’arte mussulmana del XII - XIII secolo tra cui un cofanetto arabo, una lumiera in piombo a trafori e una pisside d’avorio con figure di pavoni; vi sono inoltre conservate pergamene, un vesperale miniato del XIII secolo e alcune tavole del XV-XVI sec., “Dormitio Virginis”, attr. Serafini, “Trinità”, attr. Giovanni di Francia.

     

     

    Barletta (BA)

    MUSEO di SAN GIACOMO MAGGIORE

    Corso Vittorio Emanuele, 139 - 70051 Barletta (BA)

    Tel 0883 – 517371

    www.ameipuglia.it

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: in corso di allestimento

     

     

    Barletta (BA)

    TESORO della BASILICA del S. SEPOLCRO

    Corso Vittorio Emanuele - 70051 Barletta (BA)

    Tel 0883 - 531782 (parroco)

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: guida

    Contenuto: oggetti d’arte sacra del XII - XIII sec.

     

    Da segnalare: reliquiario della Croce in lamina d’argento dorato e smalti di Limoges, tabernacolo da viaggio in smalti policromi del XII sec., ostensorio gotico in argento e cristallo

     

    Descrizione

    La chiesa del Santo Sepolcro, notevole esempio di architettura romanico - pugliese del XII secolo, conserva un tesoro costituito dagli oggetti portati dalla Palestina da Randolfo, patriarca di Gerusalemme nel 1299. Tra questi un reliquiario della Croce in lamina d’argento dorato e smalti di Limoges, un tabernacolo da viaggio in smalti policromi del XII sec., un breviario della chiesa di Gerusalemme del sec. XIII con una cronaca delle imprese dei crociati dal 1097 al 1202, una colomba eucaristica di rame dorato e smalti di Limoges del 1184, un ostensorio gotico d’argento e cristallo.

     

     

    Bisceglie (BT)

    MUSEO DIOCESANO sezione di BISCEGLIE

    Largo S. Donato, 5 - 70052 Bisceglie (BT)

    Tel 0883 - 494223 (Curia)  360 - 984485 (responsabile)

    m.diocesanobiseglie@alice.it

    beniculturali@arctrani.it

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a sabato 9,00 – 12,00 e 17,00 – 19,00

    Sussidi per il visitatore e strutture annesse: acceso ai disabili, visite guidate, bookshop, sala conferenze

    Attività complementari: convegni, conferenze, mostre

    Contenuto: dipinti d'arte sacra, materiali lapidei, tesoro della cattedrale

     

    Da segnalare: tre busti reliquiari in argento del 1600, epigrafi sepolcrali arabe del XII sec.

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1980 e ampliato nel 2007, insieme a quello di Barletta e di Trani è una delle tre sezioni di cui si compone il museo diocesano ed è ospitato nel palazzo vescovile di Bisceglie. Nell’atrio, caratterizzato da una scenografica scalinata con colonne e balaustre in pietra, sono disposti stemmi, iscrizioni e frammenti lapidei e architettonici che documentano i vari periodi della costruzione della vicina cattedrale romanica (frammenti di ambone di Nicolaus, 1200 ca.).

    Al primo piano sono situati la sala conferenze e il bookshop; al secondo piano il percorso espositivo si articola in undici sale. Nelle prime sei, che costituivano l’appartamento privato del Vescovo Sarnelli, decorate da bei soffitti lignei seicenteschi, sono esposti dipinti e sculture dei secc. XVII - XVIII , tra cui una grande pala d'altare ,'"Incoronazione della Vergine", di Paolo de Matteis (1714) e il polittico "Santi Mauro, Sergio e Pantaleone", di ignoto artista veneto della seconda metà del XVI sec.

    Pregevoli sono inoltre due icone: "Madonna di Costantinopoli", attribuita ad Angelo Bizamano, e la "Madre della Consolazione”, di ignoto pittore cretese della prima metà del '500.

    Tra le argenterie sacre spiccano i tre busti reliquiario d'argento realizzati nel 1600, raffiguranti S. Mauro Vescovo, S. Sergio e un Santo Protettore e un reliquiario a cassetta del XVII sec. di fattura napoletana. Interessanti sono inoltre alcune epigrafi sepolcrali arabe dell’XII sec. e i paramenti liturgici del XVII-XIX sec.

    Le ultime cinque sale sono dedicate a mostre temporanee.

     

     

    Trani (BA)

    MUSEO DIOCESANO di TRANI

    Piazza Duomo, 8/9 – 70059 Trani (BT)

    Tel 0883 – 582470/494223

    beniculturali@arctrani.it

    Regione civile Puglia, diocesi Trani - Barletta - Bisceglie

    Tipologia: arte, arte sacra, archeologia

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: chiuso per nuovo allestimento

    Sussidi per il pubblico e strutture annesse: accesso ai disabili, visite guidate, bookshop, caffetteria, archivio storico, archivio fotografico, attività didattica, laboratorio restauro

    Attività complementari: mostre, conferenze, convegni

    Contenuto: reperti archeologici (VI a.C. - III sec. d.C.), materiali scultorei e lapidei dal VI al XVIII sec, pinacoteca, tesoro della cattedrale.

     

    Da segnalare: altarolo d'avorio (sec. XIV), "S. Nicola Pellegrino e storie della sua vita", icona del '300, crocette funerarie longobarde (VIII sec.)

     

    Descrizione

    Il museo, nato nel 1975 per volontà di mons. G. Carata, arcivescovo della diocesi, nel 2000 è stato trasferito nella nuova sede presso il settecentesco palazzo Lodispoto, in prossimità della cattedrale. Nel 2010 il museo è stato nuovamente inaugurato, al termine di un lungo periodo di chiusura a causa di lavori di restauro e per la creazione di una rete multimediale.

    Al piano terra è collocata la sala conferenze; l’ampio atrio è destinato a mostre temporanee.

    Il primo piano ospita il tesoro della cattedrale: espone un pregevole altarolo d'avorio del sec XIV che, secondo la tradizione, sarebbe stato donato da Carlo I d'Angiò alla chiesa di Trani, e la crocette funerarie longobarde (VIII sec d.C.) rinvenute durante gli scavi effettuati nella Cattedrale. Lungo le pareti espositive esterne al nucleo centrale sono collocati alcuni frammenti lapidei provenienti dalla cattedrale.

    Il primo piano ospita anche una sezione dedicata agli arredi liturgici, tra cui un tempietto ligneo del XVII sec., un pergamo intagliato della stessa epoca e i busti reliquiari in legno dipinto (secc. XVII - XVIII). Pregevole è la consistente raccolta di reliquie.

    Al secondo piano il primo spazio espositivo è dedicato agli arcivescovi della diocesi ed espone ritratti, busti, stemmi, epigrafi, lastre tombali. La grande sala della Pinacoteca ospita prevalentemente opere di artisti locali del XVI - XIX sec.;sono di particolare interesse il polittico "S. Magno, S. Redento, S. Nicola", attribuito al Monogrammista ZT (sec.XVI), la serie di tele dipinte da Nicola Glini da Bitonto nella seconda metà del 1600 rappresentanti le vicende della vita di S. Nicola e un'icona di ispirazione bizantina del '300 "S. Nicola Pellegrino e storie della sua vita".

    Quattro salette espositive custodiscono infine la ricca collezione archeologica Lillo - Rapisardi con pregiati manufatti di ceramica attica e di produzione locale. Inoltre nel vicino palazzo del seminario, già sede del museo diocesano, è visitabile la sezione dedicata al lapidarium.

     

     

    Trani (BT)

    MUSEO DIOCESANO di SANT’ANNA sezione di TRANI di ARTE EBRAICA

    Via La Giudea – 70759 Trani (BT)

    Tel 0883 – 021345  0883 – 494223 (Curia)

    beniculturali@arctrani.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a venerdì 9,30 – 12,30, sabato e domenica 9,00 – 12,00 e 16,00 – 18,00

    Contenuti: sezioni di scultura, lapidario, manoscritti, libri antichi e stampa

     

     

    Diocesi UGENTO - SANTA MARIA DI LEUCA

    Alessano (LE)

    MIMAC MUSEO INTERNAZIONALE MARIANO d’ARTE CONTEMPORANEA

    Piazza Mons. Tonino Bello, 42 - 73031 Alessano (LE)

    Tel 0833 – 781334

    webmaster@dontonio.it

    www.dontonino.it

    Regione civile Puglia, diocesi Ugento - Santa Maria di Leuca

    Tipologia: arte sacra contemporanea

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito. Orario: inverno, tutti i giorni 8,00 – 12,00 e 16,00 – 20,00; estate, tutti i giorni 16,00 – 20,00

    Attività culturali: il museo organizza mostre

    Contenuto: dipinti raffiguranti la Vergine Maria di autori contemporanei

     

    Da segnalare: opere di Salvator Fiume, Ernesto Treccani, Ibrahim Kodra.

     

    Descrizione

    La Fondazione intitolata al vescovo Mons. Tonino Bello, molto devoto alla Madonna, nel 1999 ha voluto creare un museo che esponesse dipinti raffiguranti la Vergine eseguiti da autori contemporanei italiani e stranieri. Sorta come mostra permanente di 47 opere dal titolo “Vergine Madre Regina”, per il Giubileo del 2000 si è trasformata in museo che conta più di 350 dipinti di artisti famosi tra cui Salvatore Fiume, Ernesto Treccani, Ibrahim Kodra.

     

     

    Ugento (LE)

    MUSEO DIOCESANO

    Via dei Cesari 73059 Ugento (LE)

    Tel 0833 - 632282 - 0833 555409

    indinog@tin.it

    Regione civile Puglia, diocesi Ugento - Santa Maria di Leuca

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: martedì e giovedì 9,00 – 13,00; sabato e domenica 18,00 – 22,00

    Servizi al pubblico: sala attività didattica, biblioteca

    Contenuti; dipinti, sculture, lapidario, oreficeria, paramenti liturgici, libri antichi

     

    Descrizione

    Il museo diocesano di Ugento – Santa Maria di Leuca, voluto dal vescovo Mons. Vito De Grisantis, è stato inaugurato il 6 luglio 2005 ed è allestito in un edificio ubicato nella parte sottostante della cattedrale di Ugento, un tempo utilizzato come area sepolcrale.

    Nel museo sono esposte opere provenienti dalla cattedrale e da altre chiese della diocesi.

    Il museo appartiene al Sistema Museale della provincia di Lecce.

     

    Aggiornamento: ottobre 2016

    Autore:  DGS

    Fonti: Anagrafe/CEI, siti dei musei

     

     


A.M.E.I. SEDE LEGALE:Pisa, P.zza Duomo n.17
SEDE OPERATIVA Museo diocesano Piazza XI febbraio, 10 - 48018 Faenza
Cell.: 340.3365131 / Email: info@amei.info presidente@amei.biz
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italian