Regione Ecclesiastica EMILIA

    Diocesi BOLOGNA

    Bologna (BO)

    MUSEO EBRAICO

    Via Valdonica, 1/5 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 – 2911280

    www.museoebraicobo.it

    info@museoebraicobo.it

    Tipologia: storico, arte sacra

    Proprietà: comunità ebraica

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da domenica a giovedì 10,00 – 18,00;  chiuso sabato e festività ebraiche

    Servizi: biblioteca, centro informativo, visite guidate

    Attività: il museo organizza mostre, incontri e dibattiti

    Contenuto: oggetti e documenti della storia della comunità ebraica

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1999, è suddiviso in tre sezioni: la sezione permanente, sul tema della identità e della storia ebraica, in particolare la storia della comunità ebraica a Bologna e in Emilia Romagna dal medioevo ai giorni nostri; la sezione seconda con spazi per mostre temporanee e la terza, centro di documentazione con la biblioteca specializzata e il centro informativo telematico del MEB.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di SANTO STEFANO

    Via S. Stefano, 24 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 – 223256

    www.abbaziasantostefano.it

    info@abbaziasantostefano.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: tutti i giorni 9,00 – 12,00 e 15,30 – 18,30

    Servizi: laboratorio interno di restauro, bookshop, visite guidate, accesso ai disabili

    Contenuto: argenti sacri, tavole e tele sec. XIII - XVIII

     

    Da segnalare: reliquiario di San Petronio di Jacopo Roseto, (1380)

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 1916, è stato inaugurato in forma aggiornata nel 1999 e occupa quattro sale.

    Si accede al museo dal chiostro dei benedettini (1120 - 1130) nel complesso delle chiese di Santo Stefano. Sono esposti argenti sacri, fra cui il reliquiario di San Petronio, di Jacopo Roseto (1380), e il reliquiario di San Floriano (1312), il pastorale di Sant’Isidoro in avorio del sec. XI, e alcune sculture, come il “San Petronio”, in marmo, opera di Giovanni di Balduccio (XIV sec.). La pinacoteca comprende numerosi fondi oro e dipinti toscani, bolognesi e veneti dal ‘300 al ‘700, con opere di Andrea de’ Bartoli, Simone dei Crocefissi, di Lippo di Dalmasio, di Giovanni di Zoanello e altri. In esposizione anche un affresco staccato del sec. XIII, la “Strage degli Innocenti”.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO della BEATA VERGINE di SAN LUCA

    Piazza di Porta Saragozza, 2/a - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 - 6447421 fax 051 - 6440975

    www.museomadonnasanluca.it :

    info@museomadonnasanluca.it

    Tipologia: arte, storico

    Proprietà: comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario:da martedì a sabato 9,00 – 13,00; giovedì 9,00 – 18,00; domenica 10,00 – 18,00.

    Servizi: bookshop, visite guidate, accesso ai disabili (parziale), sala conferenze, sala per attività didattiche

    Contenuto: documenti, oggetti ed ex - voto

     

    Descrizione

    Il museo della Beata Vergine di San Luca, aperto nel 2004, è dedicato all’immagine della Beata Vergine e alla sua storia. Si sviluppa su cinque piani, con sale didattiche che espongono su pannelli e con audiovisivi la storia e la leggenda del trasporto della Madonna a Bologna, le indagini scientifiche sulla tavoletta, che rivelano un disegno risalente al IX-X secolo, modellini lignei settecenteschi del santuario; nelle sale ai vari piani sono svolti i temi delle processioni, degli apparati cerimoniali, del culto civico e della devozione popolare, con ex - voto, oggetti e curiosità di vario tipo.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di SAN PIETRO: TESORO della CATTEDRALE

    Via Altabella, 6 40121 Bologna (BO)

    Tel 0521 – 222112

    www.bologna.chiesacattolica.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: cattedrale

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: sabato e domenica 16,00 – 17,30, altri giorni su prenotazione, chiuso luglio e agosto

    Contenuto: argenti sacri, arazzi

     

    Da segnalare: arazzi su disegno di A. R. Mengs

     

    Descrizione

    Il piccolo museo del tesoro, istituito già nel 1882, inaugurato nel 2000 con un nuovo allestimento è collocato nella sagrestia del capitolo e raccoglie argenteria sacra, tra cui una croce astile di Giuliano della Rovere, poi papa Giulio II, gli arazzi, tessuti a Roma su disegno di A. R. Mengs, e lo sfarzoso altare, doni di Benedetto XIV, che vengono esposti ogni anno per la festività di San Pietro, e infine il calice del Congresso Eucaristico Nazionale lasciato da papa Giovanni Paolo II.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di SAN PETRONIO

    Piazza Galvani 5 - 40124 Bologna (BO)

    Tel 051 – 231415

    www.provincia.bologna.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 9,30 - 12,30  e 14,30 – 17,30, domenica e festivi 14,30 – 17,00; chiuso domenica mattina

    Servizi al pubblico: accesso disabili, bookshop, archivio

    Contenuto: disegni e progetti per la facciata della chiesa, argenti sacri e corali miniati

     

    Da segnalare: croce astile, Battista del Gambaro, 1547

     

    Descrizione

    Il museo è collocato in fondo alla navata sinistra della basilica ed è diviso in due sale: la prima ospita modelli, disegni e progetti per la facciata di San Petronio, ad opera di Baldassarre Peruzzi, Giulio Romano, Cristoforo Lombardo, Vignola, Tibaldi, Terribilia, Palladio, oltre agli strumenti utilizzati da G. D. Cassini per tracciare la meridiana della basilica nel ‘600. La seconda sala ospita i paramenti dal ‘500 al ‘700, e oreficerie dal sec. XIII in poi. Da segnalare una “pace” d’argento sbalzato del sec. XV, due cofanetti della bottega degli Embriachi del ‘400 e la croce astile in argento sbalzato del 1547, di Battista del Gambaro, bolognese. Molto importanti i corali miniati dei sec. XV - XVI, in gran parte dei miniatori Martino da Modena e G. B. Cavalletti e uno in particolare con tre miniature di Taddeo Crivelli.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di SAN DOMENICO

    Piazza San Domenico, 13 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 – 6400411

    www.provincia.bologna.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: ordine religioso (padri domenicani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: feriali 10,00 – 12,00 e 15,00 – 17,30, festivi 15,00 – 17,30

    Servizi al pubblico: bookshop, visite guidate

    Contenuto: argenteria sacra, dipinti e sculture, sec. XV - XVI

     

    Da segnalare: busto di San Domenico, terracotta di Nicolò dell’Arca (1474)

     

    Descrizione

    Il museo, attiguo alla sacrestia della chiesa di San Domenico, è stato istituito nel 1956, e consta di due sale, che raccolgono opere di pittura, scultura e oreficeria dei sec. XIV - XVII. Nella sala a pianterreno particolarmente importanti il busto in terracotta policroma di San Domenico, opera di Niccolò dell’Arca (1474), la “Pietà” di Baccio da Montelupo, terracotta, sec. XV; fra i dipinti da segnalare la “Madonna con Bambino” di Lippo di Dalmasio, detta “Madonna del Velluto” (1390), una tavola di Giovanni Francesco da Rimini (1459), due affreschi staccati di Ludovico Carracci “Carità “ e” San Francesco”, “Madonna del Rosario” di U. Gandolfi. Un restauro recente ha consentito di restituire al suo aspetto quattrocentesco originale un gruppo della “Deposizione” ritenuto ottocentesco. Nella sala al piano superiore sono custoditi reliquiari, come quello del dito di S. Luigi di Francia, rame e bronzo, orafo francese del sec. XIII, il reliquiario di S. Tommaso d’Acquino, calici, ostensori dei sec. XIII - XIX, e un baldacchino con gli stemmi delle compagnie delle arti, velluto ricamato in oro e argento, di manifattura emiliana, sec. XVII.

     

     

    Bologna(BO)

    MUSEO di SAN GIOVANNI in MONTE

    Piazza San Giovanni in Monte, 1/2- 40121 Bologna (BO)

    Tel/fax 051 – 263894

    www.provincia.bologna.it

    parrocchia-sgm@tiscali.it

    tipologia: arte sacra

    proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su appuntamento

    Servizi: archivio storico, visite guidate, esposizione temporanee

    Contenuto: arredi e suppellettile sacra, reliquiari, avori, manufatti in vetro e ceramica, dipinti e sculture dal XIV al XVIII sec.

     

    Da segnalare: coppa emisferica bizantina del XII sec

     

    Descrizione

    Il piccolo museo parrocchiale è ospitato nella sacrestia della chiesa di San Giovanni in Monte Oliveto e nell’ufficio parrocchiale.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di SAN GIUSEPPE

    Via Bellinzona, 6 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 - 3397511

    www.museocappuccini.it

    www.provincia.bologna.it

    segreteria@museocappuccini.it

    Tipologia: arte

    Proprietà: ordine religioso (padri cappuccini)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: in ristrutturazione

    Servizi: visite guidate, biblioteca, archivio

    Contenuto: dipinti scuola bolognese , sec XV - XVIII

     

    Da segnalare: “Crocefisso”, tavola di Marco Zoppo, 1461

     

    Descrizione

    Il museo, già allestito nel chiostro del convento (sec. XIII) nel 1928, è stato rinnovato e riaperto nel 1970 . Attualmente è chiuso per lavori di ristrutturazione e riallestimento

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO MISSIONARIO d’ARTE CINESE e MUSEO dell’OSSSERVANZA

    Via dell’Osservanza, 88 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 - 580597 fax 051 - 582142

    www.provincia.bologna.it

    e mail frati.osservanza@libero.it

    Tipologia: missionario, arte

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi: Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: su appuntamento

    Servizi al pubblico: visite guidate, biblioteca

    Contenuto: oggetti di arte e cultura cinese

     

    Descrizione

    Il museo, aperto nel 1964, raccoglie in tre grandi sale oggetti di cultura materiale, opere d’arte e di carattere religioso provenienti dalle missioni francescane in Africa e in Oriente, soprattutto in Cina, e opere provenienti dal convento stesso, allo scopo di proteggerle e farle conoscere. Nella biblioteca sono conservate circa 3.000 cinquecentine e diversi incunaboli.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO della SANTA

    Via Tagliapietre, 21 - 40121 Bologna (BO)

    Tel 051 – 331274

    www.provincia.bologna.it

    Tipologia: storico

    Proprietà: ordine religioso (suore clarisse)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 10,00 – 12,00 e 16,00 – 18,00

    Servizi al pubblico: visite guidate, biblioteca, bookshop

    Contenuto: oggetti e documenti sulla vita di Santa Caterina de’ Vigri

     

    Da segnalare: il corpo della Santa

     

    Descrizione

    Il museo, situato nella cappella della chiesa del Corpus Domini, raccoglie gli oggetti, i libri, i documenti, le reliquie, i manoscritti e le testimonianze sulla vita di Santa Caterina de’ Vigri: nobildonna alla corte degli Estensi di Ferrara, vissuta nel XV secolo, poi suora Clarissa a Bologna e fondatrice del monastero presso la chiesa, autrice di un trattato di mistica “Le sette armi spirituali”. Sono raccolte anche alcune sue opere: dipinti, ricami e miniature. Il suo corpo incorrotto, in posizione seduta, è custodito nel santuario adiacente.

     

     

    Bologna (BO)

    MUSEO di RONZANO

    Via Gaibola, 17 - 40136 Bologna (BO)

    Tel 051 - 581443

    Tipologia: storico

    Proprietà: ordine religioso (padri Servi di Maria)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizione di fruibilità: chiuso

    Contenuto: cimeli risorgimentali e carducciani

     

    Da segnalare: donazione Gozzadini

     

    Descrizione

    Il museo, collocato nel collegio di San Giuseppe (seminario minore fino al 1982), è stato istituito nel 1935 per ospitare la raccolta di padre Santi, comprendente cimeli risorgimentali, a cui si aggiunse la donazione dei conti Gozzadini composta da autografi, carteggi, documenti, fotografie storiche, stampe di Pio X, medaglie celebrative del Risorgimento. La figlia di Carducci, Libertà, fece dono al museo di cimeli del padre.

     

     

    San Giovanni in Persiceto (BO)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Piazza del Popolo, 22 - 40017 San Giovanni in Persiceto (BO)

    Tel 051 - 821254

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: domenica 9,00 – 12,00, sabato 9,00 – 12,00 solo su appuntamento; chiuso agosto

    Servizi: accesso ai disabili, visite guidate

    Contenuto: argenteria sacra, dipinti e paramenti, sec. XVI - XIX

     

    Da segnalare: corali con miniature di Nicolò di Giacomo

     

    Descrizione

    Nella sacrestia della collegiata del ‘600 sono raccolti dipinti di autori prevalentemente bolognesi, dei sec. XVI - XIX, fra cui il Francia, A. Tiarini, A. Randa, A. Liborio Crespi, Gandolfi, B. Passerotti. Sono anche esposti argenti sacri, paramenti liturgici e alcuni corali miniati dal bolognese Nicolò di Giacomo (sec. XIV).

     

     

    Bologna (BO)

    GALLERIA d’ARTE MODERNA RACCOLTA LERCARO

    Via Riva di Reno, 57 - 40121 Bologna

    Tel 051 – 6566210

    www.fondazionelercaro.it

    segreteria@raccoltalercaro.it

    Tipologia: arte

    Proprietà: fondazione cardinale Giacomo Lercaro

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: da martedì  domenica 11,00 – 16,30

    Servizi: visite guidate, biblioteca

    Attività:la fondazione organizza mostre, fra cui la serie di “Museo in Banca”, personali di pittori e ha presentato le sue raccolte ad Arte Fiera a Bologna (1997) e alla Biennale dell’Antiquariato a Bologna (2000)

    Contenuto: arte sacra contemporanea

     

    Da segnalare: servizio completo da altare di Lello Scorzelli

     

    Descrizione

    Trasferita nella nuova sede nel 2003, la “Raccolta Lercaro” prende origine nel 1976 da un nucleo di opere donate al cardinale Giacomo Lercaro da alcuni artisti bolognesi in occasione del suo 80 compleanno in riconoscimento dei suo meriti a favore della promozione dell’arte. Al gruppo iniziale si sono aggiunte via via altre donazioni, per un totale di circa 600 dipinti, altrettante sculture in bronzo, 200 gessi originali, 60 opere in ceramica e oltre 300 opere di grafica, i 600 dipinti donati dagli eredi Tartarici, e i 25 pezzi in oro e argento che compongono un servizio completo da altare, opera di Lello Scorzelli per l’anniversario di sacerdozio del presidente della Fondazione, Mons. Arnaldo Fraccaroli. Fra i numerosi nomi dell’arte moderna si segnalano G. Balla, F. Bodini, C. Cagli, G. De Chirico, F. De Pisis, S. Fiume, G. Manzù, M. Marini, A. Martini, F. Messina, H. Moore, L. Minguzzi, G. Morandi, A. Sassu, M. Tozzi, A. Wildt.

     

     

    Monghidoro (BO)

    MUSEO PARROCCHIALE

    Via Garibaldi, 37 40063 Monghidoro (BO)

    Tel 051 655553

    www.provincia.bologna.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità:aperto nei giorni festivi. Ingresso gratuito. Orario: a richiesta nei giorni feriali

    Contenuto: arredi sacri e liturgici

    Da segnalare: “I santi Petronio e Dionigi”, dipinto su tela, Giovanni Antonio Burrini (1656 – 1727), pittore bolognese.

     

    Descrizione

    Il piccolo museo parrocchiale ha sede nella ottocentesca chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta e comprende una raccolta di oggetti per la liturgia e la devozione.

     

     

    Porretta Terme (BO)

    MUSEO ETNOGRAFICO “LabOrantes”

    Via Manservisi, 5 località Castelluccio 40046 Porretta Terme (BO)

    Tel 0534 29351

    www.comune.porrettaterme.bo.it

    iat@comune.porrettaterme

    Tipologia: arte sacra, attrezzi da lavoro

    Proprietà: Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Bologna

    Condizioni di fruibilità: aperto. Offerta libera. Orario: sabato e domenica 9,00 – 12,00 e 16,00 – 19,00, da lunedì a venerdì 10,00 – 12,00 e 15,00 – 18,00

    Servizi: biblioteca, fototeca, sala per attività didattica, sala conferenze, book shop.

    Contenuto: attrezzi da lavoro, oggetti liturgici, ex – voto

     

    Descrizione

    Il museo è ospitato in un’ala del castello Manservisi e documenta la storia del lavoro e della religiosità delle popolazioni dell’Appennino bolognese.

     

     

    Diocesi CARPI

    Carpi (MO)

    MUSEO DIOCESANO

    Chiesa di S. Ignazio - 41012 Carpi (MO)

    Tel 059 - 686048 (curia)

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Carpi

    Condizioni di fruibilità: chiuso a causa del terremoto del 2010

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 2008, è chiuso a causa del terremoto del 2010.

     

     

    Diocesi CESENA SARSINA

    Bagno di Romagna (FC)

    MUSEO della MADONNA del CARMINE

    Chiesa della Madonna del Carmine - 42021 Bagno di Romagna (FC)

    Tel 0543 - 13304 (curia)

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: in allestimento. Sarà sede staccata del museo diocesano di Cesena - Sarsina

    Contenuto: arredi sacri

     

     

    Cesena (FC)

    RACCOLTA d’ARTE VOTIVA

    Via del Monte, 999 - 47021 Cesena (FC)

    Tel 0547 – 302061

    www.abbaziadelmonte.it

    Tipologia: specializzato (ex – voto)

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 8,30 - 11,45 e 15,30 - 18,30

    Servizi: visite guidate, bookshop

    Contenuto: ex - voto

     

    Descrizione

    Il museo, situato all’interno del santuario (XII - XVI sec.), espone in bacheche e vetrine disposte nella sacrestia, nell’ambulacro, nelle cappelle e nel coro, circa 750 ex - voto, prevalentemente tavolette dipinte, offerte dai devoti alla Madonna del Monte nel corso dei secoli XV - XX.

     

     

    Cesena (FC)

    MUSEO della CATTEDRALE

    Corso Mazzini - 47521 Cesena (FC)

    Tel 0547 - 613304

    www.diocesicesena.it

    uasbc@diocesicesena.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: sabato 9,30 – 11,30 e 16,30 – 19,00; domenica 9,30 – 11,30

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, book shop

    Contenuto: tesoro della cattedrale

     

    Da segnalare:”Madonna della pera”, tavola di Paolo Veneziano

     

    Descrizione

    Il museo, allestito dal 2002 nella cappella di San Tobia, sul fianco destro della cattedrale (XIV - XV sec.), espone gli argenti sacri e i paramenti liturgici della cattedrale.

     

     

    Longiano (FC)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Via Borgo Fausto - 47020 Longiano (FC)

    Tel 0547 - 665484

    www.comune.longiano.fc,

    cultura@comune.longiano.fc.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia, Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: domenica e festivi 14,30 - 18,30, altri giorni solo su appuntamento

    Servizi: visite guidate, esposizioni temporanee

    Attività: il museo organizza ciclicamente piccole mostre a tema

    Contenuto: dipinti e arredi sacri

     

    Da segnalare: “San Valerio Martire”, pala di G. Rosi, 1748

     

    Descrizione

    L’oratorio di San Giuseppe, sec. XVIII, è sede museale dal 1986, e contiene la pala di “San Valerio Martire” di Giuseppe Rosi (1748), tre grandi pale d’altare di A. Zanchi (XVII sec.), l’icona della Madonna che piange (‘500), paramenti liturgici, fra cui un piviale in seta rossa e oro del ‘700, argenteria sacra ed ex voto. Interessanti le panche del ‘700 con schienale dipinto a tempera.

     

     

    Mercato Saraceno (FC)

    MUSEO della MADONNA della VITA

    Chiesa Madonna della Vita - 47025 Mercato Saraceno (FC)

    Tel 0547 - 613304 (curia)

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: in progettazione

     

    Descrizione

    Il museo raccoglierà oggetti d’arte sacra e paramenti provenienti da chiese della zona.

     

     

    Ranchio (FC)

    MUSEO di ARTE SACRA

    Via Castello, 7 Ranchio  47027 Sarsina (FC)

    Tel 0547 - 692141 (parroco)

    amministrazione@diocesicesena.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: domenica 15,00 – 19,00

    Servizi: fototeca, visite guidate

    Contenuto: argenti sacri

     

    Descrizione

    Il museo, aperto al pubblico l’11 novembre 2001, espone in due sale della cripta della chiesa San Bartolomeo Apostolo e Sant’Apollinare, argenteria sacra. Da segnalare un altare con paliotto di età bizantina.

     

     

    Roncofreddo (FC)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Via Comandini, 30  47020 Roncofreddo (FC)

    Tel 0541 – 949154

    www.parrocchiaroncofreddo.it

    cultura@comune.roncofreddo.fc.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena – Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: domenica e festivi 15,00 – 18,00, altri giorni su prenotazione

    Contenuto: paramenti e arredi sacri

     

     

    Sarsina (FC)

    MUSEO DIOCESANO di ARTE SACRA

    Piazza T. M. Plauto, 2 - 47027 Sarsina (FC)

    Tel 0547 - 94901/94818

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Cesena - Sarsina

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su appuntamento

    Servizi al pubblico: visite guidate, bookshop, biblioteca

    Contenuto: arredi e paramenti liturgici, dipinti e sculture

     

    Da segnalare: paramenti dei vescovi di Sarsina

     

    Descrizione

    Il museo, aperto nel 1987, attualmente occupa alcune sale dell’ex - palazzo vescovile adiacente alla cattedrale e raccoglie arredi sacri, paramenti liturgici (interessanti quelli appartenuti ai vescovi di Sarsina), dipinti sculture, campane e archivi parrocchiali provenienti da chiese della diocesi, che vengono esposti a rotazione. Nella ex - cappella vescovile sono esposti dipinti di scuola marchigiana e bolognese dal XV al XVI sec. mentre nel cortile sono esposti frammenti architettonici e decorativi di epoca romana dell’antico nucleo urbano di Sarsina.

     

     

    Diocesi FAENZA - MODIGLIANA

    Brisighella (RA)

    MUSEO della PIEVE del THO’

    Via Pieve del Tho’ - 48013 Brisighella (RA)

    Tel 0546 - 80035

    Tipologia: archeologico

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Faenza - Modigliana

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Servizi: visite guidate, convegni e manifestazioni

    Contenuto: reperti archeologici e paleocristiani

     

    Da segnalare: paliotto in arenaria con croce bizantina, (IX sec.)

     

    Descrizione

    Nella cripta della antica pieve di San Giovanni in Ottavo, detta del Tho’, sono collocati i reperti archeologici e paleocristiani ritrovati durante varie campagne di scavo, effettuate dal 1951 al 1980: capitelli, stele funerarie, sepolcri alla cappuccina. Interessante fra i reperti paleocristiani un paliotto in arenaria con croce bizantina del IX sec.

     

     

    Faenza (RA)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza XI febbraio, 10 - 48018 Faenza (RA) 

    Tel 0546 - 21642 (curia) 

    www.faenza.chiesacattolica.it 

    curia@faenza.chiesacattolica.it; udc.faenzamodigliana@gmail.com 

    Tipologia: arte sacra 

    Proprietà: Regione civile Emilia Romagna, diocesi Faenza - Modigliana 

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso libero. Orario: solo su appuntamento 

    Attività: il museo organizza proiezioni di diapositive sul contenuto delle sue raccolte Contenuto: arredi e paramenti liturgici, dipinti e sculture   

    Da segnalare: Trionfo della morte, Scuola riminese- giottesca (1330-1340). 

    Descrizione

    Nel museo, il cui allestimento è stato condotto nel 2012 dall’arch. Giorgio Gualdrini, sono collocate circa 300 opere molte delle quali raccolte dal vescovo G. Battaglia. La “SalaSuoerior”, ricca di frammenti di esafore duecentesche e di importanti porzioni di affreschi di scuola riminese-giottesca (1330-1340), raccoglie opere di notevole valore artistico, dalla cimabuesca Madonna della Celletta alle icone veneto-cretesi, dalle romaniche sculture in pietra calcarea al tabernacolo in pietra serena del XV secolo, dal volto lacerato di un crocifisso ligneo di scuola nordica ai dipinti di Biagio d’Antonio Tucci, il pittore fiorentino che, unitamente ad Antonio Rossellino, Benedetto da Maiano, Mino da Fiesole e Giuliano da Maiano, nella seconda metà del Quattrocento lasciò a Faenza il segno potente dell’amicizia fra la signoria dei Manfredi e la casa medicea. La “Sala del Trono” e l’ “Appartamento Durazzo” sono arredati in forma di quadreria e raccolgono importanti pale d’altare dipinte dal XVI al XVIII secolo. Fra gli autori: Bartolomeo Coda, Giovanni Battista Bertucci il giovane, Carlo Cignani, Guido Cagnacci, Cristoforo Unterpergher, Giovanni Gottardi, Filippo Comerio. Il settecentesco Oratorio di Sant’Apollinare è un significativo esempio di cappella episcopale caratterizzata da una perfetta integrazione fra la compagine architettonica e gli apparati decorativi dipinti dal bolognese Vittorio Maria Bigari, principe dell’Accademia Clementina. 

     

     

    Modigliana (FC)

    RACCOLTA d’ARTE SACRA

    Antica Pieve di Santo Stefano in Juviniano Duomo, piazza Cesare Battisti - 47015 Modigliana (FC)

    Tel 0546 – 949515

    segreteria@comune.modigliana.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Faenza - Modigliana

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta

    Contenuto: dipinti di Silvestro Lega

     

    Descrizione

    La casa parrocchiale, ex - episcopio, custodisce quattro lunette di Silvestro Lega, datate 1858 - 1863: “la Peste”, “la Fame”, “la Guerra”, “il Terremoto”, e un “San Girolamo” di Sigismondo Foschi del ‘500.

     

     

    Solarolo (RA)

    MUSEO della BEATA VERGINE della SALUTE

    Via Madonna della Salute, 69 - 48027 Solarolo (RA)

    Tel 0546 - 52008

    Tipologia: specializzato (ex – voto)

    Proprietà: Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi: Faenza - Modigliana

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito. Orario: 7,00 – 19,00

    Servizi: accesso ai disabili, bookshop

    Contenuto: ex - voto

     

    Descrizione

    La raccolta, che era di proprietà della confraternita e ora appartiene al Comune, consiste di circa 200 tavolette votive a partire dal sec. XVIII, in parte su tavola e in parte in argento, esposte dal 1990 in una sala con accesso dal santuario.

     

     

    Diocesi FERRARA - COMACCHIO

    Codigoro (FE)

    MUSEO dell’ABBAZIA di POMPOSA

    Via Pomposa Centro, 12 – loc. Pomposa – 44021 Pomposa Codigoro (FE)

    Tel 0533 – 719152

    www.codigoro.net

    iat.pomposa@libero.it

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Tipologia: arte, archeologia

    Proprietà: Stato

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: tutti i giorni 8,30 - 19,30, chiuso 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

    Servizi per il visitatore e strutture annesse: book shop, ufficio informazione ed accoglienza turistica, caffetteria, guida

    Attività culturali: luglio - agosto :”Musica Pomposa”, rassegna di musica classica; periodicamente vengono allestite mostre d’arte

    Contenuto: reperti del complesso abbaziale dal VI al XIX sec.

     

    Da segnalare: affresco del sec. XIV “La battaglia dei Maccabei”; altare a cippo di epoca romana (VI sec) utilizzato come acquasantiera

     

    Descrizione

    Inaugurato nel 1977, il museo si inserisce in un più ampio percorso museale che comprende l’antica chiesa benedettina di tipo tardo ravennate, a tre navate e adorna di affreschi, il campanile romanico, eretto nel 1063, la sala capitolare, dal bel portale gotico e fastosamente affrescata da pittori romagnoli del XIV sec., il Palazzo della Ragione, raro esempio di architettura civile del XI sec. e il refettorio, dominato da uno splendido affresco del ‘300 con la “Cena di S. Guido”.

    Il museo è situato al primo piano nell’antico dormitorio dei frati ed espone reperti ritrovati nel complesso abbaziale e databili dal VI al XIX sec. Sono da segnalare due plutei, il primo in stucco di arte bizantina, sec. VII - VIII, il secondo in marmo greco, sec. XI, un altare a cippo di epoca romana (VI sec) ed affreschi staccati tra cui “La battaglia dei Maccabei “ del sec. XIV.

     

     

    Comacchio (FE)

    MUSEO MARIANO di ARTE SACRA CONTEMPORANEA

    Corso Mazzini, 179 - 44022 Comacchio (FE)

    Tel 0533 – 81234

    www.comune.comacchio.fe.it

    Tipologia: arte contemporanea

    Proprietà: ordine religioso (padri cappuccini)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Servizi al pubblico: visite guidate

    Contenuto: dipinti e sculture moderne e contemporanee

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1978, ha sede nel convento dei cappuccini attiguo al santuario di Santa Maria in Aula Regia e conserva circa 125 dipinti e sculture moderne provenienti da donazioni degli artisti, fra cui R. Brindisi, G.B. Basili, D. Zuffi, S. Bottoni, M. Fattori, P. Fazzini, A. Pomodoro, padre Ugolino da Belluno.

     

     

    Ferrara (FE)

    MEIS –MUSEO NAZIONALE DELL’EBRAISMO ITALIANO E DELLA SHOAH

    Via Piangipane 81 - 44121 Ferrara (FE)

    Tel 0532 – 769137 www.meisweb.it

    Tipologia: storico, arte sacra

    Proprietà: comunità ebraica

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orari: da mart. A dom: 10-18 ; giov:10-23 Servizi: biblioteca, centro informativo, visite guidate

    Attività: il museo organizza mostre, incontri e dibattiti

    Contenuto: oggetti e documenti della storia della comunità ebraica

     

    Descrizione

    Oltre duecento oggetti – molti preziosi e rari –, fra i quali venti manoscritti, sette incunaboli e cinquecentine, diciotto documenti medievali, provenienti in gran parte dalla Genizah del Cairo (un significativo archivio dell’ebraismo medievale riscoperto nella capitale egiziana), quarantanove epigrafi di età romana e medievale e centoventuno tra anelli, sigilli, monete, lucerne, amuleti, poco noti o mai esposti prima, prestati da musei italiani e stranieri di primo piano. E un percorso espositivo coinvolgente, ricco di immagini, ricostruzioni ed esperienze offerte al visitatore.

     

     

     

    Ferrara (FE)

    MUSEO della CATTEDRALE

    Via S. Romano - 44121 Ferrara (FE)

    Tel/fax 0532 – 244949

    www.comune.fe.it

    diamanti@comune.it

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: capitolo della cattedrale, Comune

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: a pagamento. Orario: da martedì a domenica 9,00 – 13,00 e 15,00 – 18,00; chiuso lunedì

    Contenuto: dipinti e sculture medioevali e rinascimentali, codici miniati del ‘400, arazzi fiamminghi del ‘500, arredi sacri

     

    Da segnalare: Cosmè Tura,”Annunciazione” e “S. Giorgio e la principessa” (1469), Jacopo della Quercia, “Madonna della melagrana”(1406), formelle della Porta dei Pellegrini e dei Mesi (sec. XIII)

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 1929, era collocato in un’ampia sala sovrastante l’atrio della cattedrale fino al novembre del 2000, quando è stato trasferito nei locali dell’ex chiesa di S. Romano opportunamente ristrutturata. Espone opere provenienti in gran parte dalla cattedrale ma anche da altre chiese cittadine; nella “Sala del Convento” sono esposti 24 codici miniati del ‘400; nell’ex - chiesa dominano le ante dell’organo dipinte da Cosmè Tura nel 1469 con l’”Annunciazione” e “S. Giorgio e la principessa” , otto arazzi ferraresi su disegno del fiammingo G. Karcher (1551 - 53) con storie della vita di S. Giorgio e S. Maurelio, la “Madonna della melagrana”, scolpita nel 1406 da Jacopo della Quercia e opere lapidee provenienti dalla cattedrale, come le duecentesche formelle della Porta dei Pellegrini e dei Mesi. Nella sacrestia sono conservati arredi liturgici, reliquiari e il paliotto dell’altare maggiore della cattedrale del 1893 in filato dorato.

     

     

    Ferrara (FE)

    MUSEO DIOCESANO

    Palazzo Vescovile - 44100 Ferrara (FE)

    Tel 0532 - 202657 (curia)

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

     

     

    Massa Fiscaglia (FE)

    MUSEO PARROCCHIALE

    Piazza Ferrari - 44025 Massa Fiscaglia (FE)

    Tel 333 - 2163401

    Tipologia: etnografia, arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ferrara - Comacchio

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. In corso di allestimento

    Contenuto: dipinti, argenti sacri e paramenti liturgici; attrezzi della civiltà contadina

     

    Descrizione

    Il museo raccoglie gli oggetti di arte sacra provenienti dalla chiesa dei SS Pietro e Giacomo: dipinti, argenti sacri, paramenti liturgici.

     

     

    Diocesi FIDENZA

    Fidenza (PR)

    MUSEO del DUOMO di FIDENZA

    Via Don Minzoni, 10/a - 43036 Fidenza (PR)

    Tel 0524 – 514883

     www.museoduomofidenza.it

    info@fondazionemonteparma.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Fidenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a domenica 10,00 - 12,30 e 14,30 - 17,30; chiuso lunedì, Capodanno, Pasqua, 1 maggio, 15 agosto e Natale.

    Servizi: book shop. Esposizioni, conferenze

    Contenuto: sculture del duomo e tesoro di San Donnino

     

    Da segnalare: “Madonna in trono con Bambino”, Benedetto Anelami, (1150 - 1230)

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 2000, consta di due sedi, il matroneo nord del duomo e alcune sale del palazzo vescovile, in cui sono custodite opere di scultura provenienti dal duomo e il tesoro di San Donnino. La scultura più importante è la “Madonna in trono con Bambino”, in marmo, opera di Benedetto Antelami (1150 - 1230), e il fonte battesimale, sec. XII - XIII. Il tesoro di San Donnino comprende un calice ansato medievale, detto Calice di San Donnino, oreficeria renana del XII - XIII sec., una colomba eucaristica in bronzo dorato e un ostensorio del sec. XVIII, di F.A. Gutwein, orafo di Augusta, dono di Enrichetta d’Este, duchessa di Parma. Fra i paramenti, la pianeta di San Bernardo, sec. XVII - XVIII.

     

     

    Diocesi FORLI’ - BERTINORO

    Bertinoro (FO)

    MUSEO INTERRELIGIOSO di BERTINORO

    Via Frangipane, 19 - 47032 Bertinoro (FO)

    Tel 0543 – 446600

    www.museointerreligioso.it

    musint.bertinoro@libero.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Forlì - Bertinoro

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: marzo – maggio e settembre – ottobre, sabato – domenica 15,30 – 18,30; giugno – agosto, sabato 15,30 – 18,30, domenica 17,00 – 21,00. Martedì – venerdì 14,30 – 18,30 (escluso agosto e gennaio) previo appuntamento

    Servizi al pubblico: visite guidate, book shop, sala conferenze, sala attività didattiche, archivio storico

    Attività: mostre a tema, corsi, conferenze, laboratori didattici, esposizioni

    Contenuto: opere d’arte antica e contemporanea

     

    Descrizione

    Nella Rocca, dell’anno 1000, dal 1584 sede del Vescovato, nel 1985 è stato istituito un centro internazionale per il dialogo tra Ebraismo, Cristianesimo e Islam che si avvale di opere d’arte antica moderna e contemporanea.

     

     

    Forli’ (FC)

    MUSEO DIOCESANO di SAN MERCURIALE

    Piazza Saffi, 4 - 47100 Forlì (FC)

    Tel 0543 - 32482, 0543 - 25653

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Forlì - Bertinoro

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

    Attività: il museo intende organizzare mostre temporanee

    Contenuto: parati e argenterie della diocesi, dipinti dal ‘400 ai giorni nostri

     

    Descrizione

    Nel museo, il cui progetto di fattibilità è stato presentato ufficialmente il 16 maggio 2012, verranno esposti dipinti dal 1450 ai contemporanei, paramenti liturgici ‘600 - ‘700, antifonari del ‘700, argenti sacri del ‘500, reliquiari. 

     

     

    Dovadola (FC)

    MUSEO di BENEDETTA

    Piazza C. Battisti, 1  47013 Dovadola (FC)

    Tel 0543 – 35035

    Proprietà: privata

    Tipologia: specializzato

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Forlì

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: festivo 15,00 – 19,00; feriale solo su appuntamento

     

    Descrizione

    Il museo è dedicato a Benedetta Bianchi Porro (1938 – 1964), giovane dalla fede forte testimoniata nella sofferenza, dichiarata venerabile nel 1993 e contiene oltre a numerose opere di artisti contemporanei gli scritti autografi di Benedetta e materiale documentario che la riguarda.

     

     

    Diocesi IMOLA

    Bagnara di Romagna (RA)

    MUSEO PARROCCHIALE ”MONS. ALBERTO MONGIARDI”

    Piazza IV Novembre, 2 - 48010 Bagnara di Romagna (RA)

    Tel/fax 0545 – 76054

    www.comune.bagnaradiromagna.ra.it

    Francesco.bonello@libero.it

    Tipologia: arte sacra, storico

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Contenuto: parati e argenterie, carteggio Mascagni - Lolli

     

    Da segnalare: “Madonna con bambino”, Innocenzo da Imola, (1515)

     

    Descrizione

    Nel piccolo museo parrocchiale, allestito nel 1965 nei locali della canonica e intitolato al promotore, Mons. Alberto Mongardi, sono custoditi argenti sacri, fra cui un ostensorio - reliquiario in rame dorato del ‘600, e un calice del ‘700 in argento dorato e paramenti liturgici, broccati, trine e damaschi, una Bibbia del 1500, un Cristo in legno di fico di scuola fiamminga sec. XV, una raccolta di maioliche fiorentine e imolesi di sec. XVII - XVIII, una collezione di medaglie e monete, circa un migliaio di pezzi, numerosi ex- voto, soprattutto gioielli, un antifonario (1520) e un graduale (1524) entrambi con xilografie; da segnalare fra i dipinti una “Madonna con Bambino”, pala d’altare di Innocenzo da Imola (1515) discepolo di Raffaello.

    Nello stesso museo sono raccolti cimeli relativi a Pietro Mascagni, il suo pianoforte, gli spartiti musicali e in particolare l’epistolario del maestro con la sua corista e ispiratrice Anna Lolli, che consta di circa 4500 lettere autografe dal 1910 al 1944.

     

     

    Castel Bolognese (RA)

    MUSEO PARROCCCHIALE d’ARTE SACRA

    Via Garavini, 19  48014 Castel Bolognese (RA)

    Tel0546 – 656622

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su appuntamento

     

    Descrizione

    Istituito nel 1999 il museo è stato allestito in alcuni locali annessi alla chiesa parrocchiale San Petronio. Vi sono custoditi l’archivio e la biblioteca parrocchiale oltre a paramenti, arredi e oggetti provenienti anche da altre della zona.

     

     

    Dozza (BO)

    MUSEO PARROCCHIALE d’ARTE SACRA “DON G. POLO”

    Via XX Settembre, 54 - 40050 Dozza (BO)

    Tel 0542 – 678111

    www.provincia.bologna.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Contenuto: argenti sacri e paramenti liturgici, dipinti e tavole

     

    Descrizione

    Il piccolo museo, istituito nel 1978, custodisce in tre sale dipinti su tavola, incisioni, paramenti liturgici e argenti sacri provenienti dall’adiacente chiesa dell’Assunta e da altre chiese dell’imolese. Interessanti le testimonianze della Comunità degli Umiliati che faceva capo alla parrocchia dal 1350.

     

     

    Imola (BO)

    MUSEO e PINACOTECA DIOCESANI

    Piazza Duomo 1 - 40026 Imola (BO)

    Tel 0542 - 24362/ 35888. fax 0542 - 34368

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: martedì e giovedì 9,30 – 12,00 e 14,00 – 17,00

    Servizi al pubblico: biblioteca, visite guidate, bookshop, sala per conferenze , sala per attività didattiche.

    Attività: mostre : “Tavolette votive” (1994), “Scultura moderna : Manfrin” (1995); “Corali miniati” (1996); “Tessuti liturgici” (1999); “Antiche torciere” (2000)

    Contenuto: argenti sacri e paramenti liturgici, dipinti e tavole

     

    Da segnalare: “Madonna”, tavola di Lorenzo Veneziano

     

    Descrizione

    Il museo è collocato al piano nobile del palazzo arcivescovile, XII - XVIII sec., che conserva gli appartamenti di papa Pio VII e di Pio IX, con le decorazioni e l’arredamento d’epoca. Istituito nel 1962, fu successivamente modificato e ampliato e comprende sei sale, in cui sono custoditi arredi e paramenti liturgici, tavole, dipinti e sculture.

    Fra i dipinti la tavola “Madonna con il bambino e il committente, Dominus Petrus de Zizis”, di Lorenzo Veneziano, detta “Madonna di Mazzolano”, “Santa Caterina e un santo Vescovo”, attribuito a Vitale da Bologna, “Madonna col bambino e santi”, di Innocenzo da Imola (1516), “San Rocco” e “San Cassiano”, dipinti su rame di Bartolomeo Cesi.

    Fra le sculture, un sarcofago bizantino, due leoncini, e due Allegorie delle Virtù, romaniche, provenienti dalla cattedrale; interessanti i corali miniati, in particolare quelli di Nicolò di Giacomo da Modena, sec. XIV.

    Fra gli arredi le due splendide carrozze settecentesche donate dal cardinal Chiaromonti, vescovo di Imola e poi papa Pio VII.

     

     

    Imola (BO)

    MUSEO INDIANO AFRICANO

    Via della Villa Clelia, 16 - 40026 Imola (BO)

    Tel 0542 - 40265

    Tipologia: missionario, etnografico

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Contenuto: oggetti provenienti dalle missioni

     

    Descrizione

    In due sale all’interno del convento sono esposti oggetti di uso quotidiano e di artigianato prevalentemente delle popolazioni dell’India del Nord e dell’Etiopia, raccolte dai missionari dall’800.

     

     

    Imola (BO)

    MUSEO d’ARTE SACRA del SANTUARIO del PIRATELLO

    Via Emilia Ponente, 31 loc. Piratello  40026 Imola (BO)

    Tel. 0542 – 40455

    www.santuariodelpiratelllo.it

    convento@santuariodelpiratello.it

    Tipologia. Arte sacra

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Imola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: ottobre – maggio prima domenica del mese 8,30 – 12,00 e 15,30 – 17,30

    Contenuto: arredi sacri, vetrate,dipinti,  tavolette votive,vesti liturgiche, codici e libri di preghiera

     

    Descrizione

    Inaugurato nel 2000, il museo ha come sede gli ambienti dell’antico convento francescano.

     

     

    Diocesi MODENA - NONANTOLA

    Fiorano Modenese (MO)

    MOSTRA PERMANENTE degli EX - VOTO

    Via del Santuario, 28 - 41042 Fiorano Modenese (MO)

    Tel 0536 - 830042,

    www.comune.fiorano.it

    cultura@comune.fiorano.modenese.mo.it

    Tipologia: specializzato (ex – voto)

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Modena - Nonantola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: tutti i giorni 8,00 – 20,00

    Servizi: accesso ai disabili, visite guidate

    Contenuto: ex - voto

     

    Descrizione

    Il museo, aperto nel 1998, espone numerosi ex - voto sia su tavola che in lamina d’argento e metallo sbalzato, risalenti ai sec. XVIII – XIX offerti dai devoti al Santuario di Fiorano. In una saletta sono raccolti santini e immagini devozionali della Beata Vergine del Castello.

     

     

    Fiumalbo (MO)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Piazza Umberto I - 41022 Fiumalbo (MO)

    Tel 0536 - 73922, fax 0536 – 73094

    www.fiumalbo.net

    segreteria@comune.fiumalbo.mo.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: ecclesiastica (confraternita del SS. Sacramento, detta dei Rossi)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Modena - Nonantola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: periodo pasquale ed estivo: 10,00 - 12,30 e 15,30 - 18,30

    Servizi: visite guidate, manifestazioni

    Attività: concerti d’organo

    Contenuto: argenti sacri e paramenti liturgici, dipinti e sculture

     

    Da segnalare: crocefisso in legno policromo, sec. XVII

     

    Descrizione

    Il museo ha sede nell’ex-oratorio di Santa Caterina (1601), in origine parte di un convento di domenicane, poi sede della confraternita del SS Sacramento, detta dei Rossi. Al suo interno un grande altare maggiore in legno, scolpito e dorato, attribuito alla scuola dei Ceretti, (sec. XVIII), una croce in rame argentato e dorato, (sec. XVI) e un calice in argento.

     

     

    Modena (MO)

    MUSEI del DUOMO

    Via Lanfranco, 6 - 41121 Modena (MO)

    Tel 059 – 4396969

    www.duomodimodena.it

    museidelduomo@libero.it 

    Tipologia: archeologia, arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Modena - Nonantola

    I Musei fanno parte del Sistema museale della provincia di Modena.

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a domenica  9,30 - 12,30 e 15,30 - 18,30; chiuso lunedì

    Servizi: accesso disabili, bookshop, visite guidate

    Contenuto: sculture e arte sacra provenienti dal duomo

     

    Da segnalare: 8 metope del Maestro delle Metope (1125 - 1130)

     

    Descrizione

    I Musei del Duomo sono due: il Museo Lapidario e il Museo del Duomo.

    La principale raccolta del Museo Lapidario, inaugurato nel 2000, è costituita dal materiale scultoreo proveniente dalla cattedrale in seguito ai restauri. Alcuni reperti sono di età romana, mentre lapidi, capitelli, parti di ambone e ciborio, plutei sono altomedievali, fra cui l’epigrafe del vescovo Lopiceno (VIII sec.). Notevoli le otto metope, staccate dai contrafforti esterni della navata centrale, di uno scultore attivo nel 1125-30, denominato Maestro delle Metope, con reminiscenze di Wiligelmo, e la grande Arca di San Geminiano, di epoca romanica.

    Dal 2000 sono state aperte le sale del Museo del Duomo, che espone cinque dipinti di Bernardino Cervi (1621), un’ immagine trecentesca di San Geminiano in rame sbalzato di Geminiano Paruoli, un altarolo portatile di un maestro renano del XI sec. e il tesoro della cattedrale, con una ricca collezione di argenteria sacra, arredi e paramenti liturgici, fra cui si segnala il parato del vescovo Mantovani, a ricami con figurazioni bibliche, della seconda metà del sec. XVIII, arazzi di Bruxelles del XVI sec. e, in una sala apposita, i codici dell’annesso archivio capitolare, esposti a rotazione.

     

     

    Modena (MO)

    MUSEO dei PRESEPI

    Via di Villanova, 692/5 loc. Villanova - 41010 Modena (MO)

    Tel 059 -  849921

    www.museimodenesi.it

    cultura@provincia.modena.it

    Tipologia: specializzato (presepio)

    Proprietà: ente ecclesiastico (parrocchia)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Modena - Nonantola

    Condizioni di fruibilità: aperto (stagionale). Ingresso: offerta libera. Orario: nel periodo natalizio tutti i giorni 9,00 – 12,00 e 15,00 – 19,00; in altri periodi solo su prenotazione

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, visite guidate, bookshop, caffetteria

    Contenuto: presepi

     

    Descrizione

    Il museo nasce nel 1972 a seguito del ritrovamento di un presepe napoletano del ‘700 nei locali annessi alla chiesa parrocchiale, a cui si aggiungono via via altri presepi provenienti da varie nazioni. Imponente il presepio dell’800, ambientato a Modena; interessante quello di ambientazione romana, fine sec. XIX, i presepi vincitori del premio Begarelli, e le varie icone orientali, i quadri naif jugoslavi su vetro e le sculture in terra cruda dello spagnolo Talam, rappresentanti il corteo dei Magi (inizio sec. XIX).

     

     

    Modena (MO)

    MUSEO MURATORIANO

    Via Pomposa, 1 - 41121 Modena (MO)

    Tel 059 – 241104

    www.museimodenesi.it

    aedesmuratoriana@email.it

    Tipologia: storico

    Proprietà: Comune

    Condizioni di fruibilità: chiuso

    Servizi: biblioteca

    Contenuto: appartamento privato del sacerdote e storico Ludovico Antonio Muratori. In particolare: arredi e mobili, cimeli e autografi, materiale documentario sulla figura di Ludovico Antonio Muratori (1672 – 1750), bibliotecario e archivista dei duchi d’Este, parroco nella sede del museo dal 1716 al 1750.

     

    Descrizione

    Il museo ha come sede la canonica di Santa Maria di Pomposa, della quale Ludovico Antonio Muratori fu parroco. La canonica e la chiesa parrocchiale adiacente costituiscono la “aedes muratoriana”.

     

     

    Nonantola (MO)

    MUSEO BENEDETTINO NONANTOLANO e DIOCESANO d’ARTE SACRA

    Via Marconi, 3 - 41015 Nonantola (MO)

    Tel 059 – 549025

    www.museimodenesi.it

    museo@abbazia-nonantola.net

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Modena - Nonantola

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a sabato 9,00 - 12,30 e 15,00 - 18,30; domenica e festivi 15,00 - 18,30

    Servizi al pubblico: biblioteca, archivio, visite guidate, bookshop

    Attività: mostre sul Medioevo (2003), conferenze, corsi

    Contenuto: tesoro di San Silvestro, codici miniati

     

    Da segnalare: stauroteca in lamina d’oro e smalti. (sec. XI), “Evangelario” di Matilde di Canossa

     

    Descrizione

    Aperto nel 2000 nel palazzo abbaziale (sec. VIII) il museo è stato ampliato nel 2011 con un nuovo allestimento della sezione dedicata al tesoro abbaziale.

    Il museo si compone di due sezioni, il museo diocesano e il tesoro abbaziale di San Silvestro, un tempo conservato all’interno dell’archivio, di cui fanno parte la reliquia della Croce o stauroteca, (X - XI sec.), arte bizantina, in lamina d’oro e smalti, la stauroteca a due bracci (sec. XI - XII), la stauroteca a croce greca (XIII - XIV sec.), la lipsanoteca in argento sbalzato a forma di sarcofago con le reliquie dei santi Senesio e Teopompo (sec.XII - XIII), il reliquiario del braccio di san Silvestro (1372), di Giuliano da Bologna, e la cassettina reliquiario in avorio del sec. XI. Molto importanti tre codici: l’”Evangelario” di Matilde di Canossa, con miniature e legatura in argento dorato e sbalzato, sec. XIII, il “Cantatorium”, rarissimo codice musicale con le melodie gregoriane, XI sec., e un codice con coperta in avorio che narra le vite dei santi legati alla tradizione nonantolana, sec. XII. Nella sezione nonantolana una scelta di pergamene dell’archivio capitolare dall’VIII al XIV sec., fra cui alcune relative a Carlo Magno, Matilde di Canossa, Federico Barbarossa; il polittico di Michele di Matteo (1460), con grande cornice intagliata e dorata e un dipinto di Ludovico Carracci, “San Carlo Borromeo battezza un neonato”, (1612).

     

     

    Diocesi PARMA

    Berceto (PR)

    MUSEO del TESORO del DUOMO

    Via Romea, 1 - 43042 Berceto (PR)

    Tel 0525 - 60087

    Tipologia: arte sacra, archeologia

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, bookshop, visite guidate, biblioteca, archivio storico, fototeca

    Attività: esposizioni temporanee

    Contenuto: argenti sacri e paramenti liturgici

     

    Da segnalare: piviale di San Moderanno

     

    Descrizione

    Il piccolo museo aperto nel 1991 in una cappella all’interno del duomo di San Moderanno (XI sec.) conserva argenti sacri e paramenti liturgici di grande importanza , come un calice a niello del 1517 e uno di vetro, di datazione incerta, forse intorno all’XI sec., e il piviale di San Moderanno, raffigurante leoni e uccelli, di manifattura bizantina dell’VIII - IX sec o lucchese del XII sec.

     

     

    Berceto (PR)

    MUSEO della CIVILTA’ CONTADINA

    Via Iasoni Martino,2 - 43042 Berceto (PR)

    Tel 0525 – 60087

    duomodiberceto@libero.it

    Tipologia: etnografico, naturalistico

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito

    Contenuto: attrezzi di vita contadina e raccolta naturalistica

     

    Descrizione

    Il piccolo museo si è formato negli anni ’70 con l’intento di raccogliere le testimonianze della vita contadina della zona nell’800. Conserva centinaia di attrezzi e strumenti di lavoro. Una sezione è dedicata alla flora, fauna e minerali dell’Appennino emiliano.

     

     

    Fontanellato (PR)

    RACCOLTA di EX - VOTO

    Viale IV Novembre, 19 - 43012 Fontanellato (PR)

    Tel 0521 - 821115/822818

    www.santuariofontanellato.it

    santuariofontanellato@libero.it

    Tipologia: specializzato (ex – voto)

    Proprietà: ordine religioso (padri domenicani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: 8,30 - 12,30 e 14,30 - 18,30

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, bookshop

    Contenuto: ex - voto

     

    Descrizione

    Il santuario ospita in una galleria laterale alla sagrestia una raccolta di ex - voto, in prevalenza stampelle, ma anche tavolette dipinte, fotografie e oggetti in argento, datati a partire dal 1650.

     

     

    Langhirano (PR)

    PICCOLO MUSEO della BADIA

    Monastero benedettino Santa Maria della Neve - 43013 Langhirano (PR)

    Tel 0521 - 355178

    Tipologia: archeologico

    Proprietà: ordine religioso (monaci benedettini)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso a offerta libera

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, visita guidata, bookshop

    Contenuto: reperti archeologici

     

    Descrizione

    Il piccolo museo aperto nel 1991 ospita in tre sale i reperti archeologici ritrovati in loco, prevalentemente di epoca romana.

     

     

    Parma (PR)

    PINACOTECA “G. STUARD”

    Via Borgo Parmigianino, 2 - 43121 Parma (PR)

    Tel 0521 - 508184

    pinacoteca.stuard@comune.parma.it

    Tipologia: arte

    Proprietà: associazione IRAIA

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: 9,00 - 18,30, domenica 9,00 – 13,00; chiuso martedì

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, bookshop, caffetteria, biblioteca, archivio,visite guidate

    Contenuto: dipinti dal ‘300 al ‘700

     

    Da segnalare: incisione del Parmigianino

     

    Descrizione

    Riaperta nel 2002 nei locali dell’ex - convento di San Paolo dopo un periodo di restauro, la pinacoteca, intitolata al suo fondatore Giuseppe Stuard (1790 - 1834), che lasciò i dipinti alla congregazione di carità San Filippo Neri, consta di oltre 350 opere, fra quadri, incisioni, disegni e una decina di sculture. Nella collezione sono presenti autori del ‘300 toscano, come Bicci di Lorenzo e Giovanni d’Ambrogio, autori veneti del ‘600 - ‘700, come Sebastiano Ricci e Canaletto, e emiliani e parmensi dal ‘400 al ‘700. Fra i pittori stranieri si segnalano un ritratto, opera di Francisco de Zurbaran e i paesaggi fiamminghi di Pourbus il Giovane.

     

     

    Parma (PR)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza Duomo, 3/a - 43121 Parma (PR)

    Tel 0521 - 208699, fax 0521 – 234237

    www.fabbriceriacattedraleparma.it

    museo@fabbriceriacattedraleparma.it

    Tipologia: arte, archeologia

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: tutti i giorni 9,00 - 12,30 e 15,00 - 18,30

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, bookshop, visite guidate

    Contenuto: sculture e mosaici provenienti dalla cattedrale e dal battistero

     

    Da segnalare: “Salomone e la regina di Saba”, Benedetto Antelami

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato nel marzo 2003 e occupa una parte del sotterraneo del Palazzo Vescovile (XI sec.). Nel corso del restauro sono venuti alla luce resti delle fondazioni di un edificio medievale e un tratto di cinta muraria. Il museo ospita una raccolta di pezzi del XII e XIII secolo, provenienti dalla cattedrale e dal battistero, i mosaici rinvenuti nel 1955 in piazza Duomo, di origine romana e paleocristiana (V - VI sec.), frammenti di sarcofago di età severiana, una scultura romana trasformata in Arcangelo Michele, dipinti raffiguranti i vescovi di Parma, un arazzo belga del 1530 - 1540, e le sei splendide sculture antelamiche in origine collocate all’esterno del battistero, fra cui spiccano le statue di Salomone e della regina di Saba.

     

     

    Parma (PR)

    MUSEO d’ARTE CINESE ed ETNOGRAFICO

    Via San Martino, 8 - 43121 Parma (PR)

    Tel 0521 - 257337 fax 0521 – 960603

    www.museocineseparma.org,

    mail@museocineseparma.org

    Tipologia: missionario, arte

    Proprietà: ordine religioso (Missionari Saveriani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: offerta libera. Orario: da martedì a sabato 9,00 – 14,00; previa prenotazione anche nei pomeriggi, fino alle 17,00; chiuso lunedì, domenica e festivi

    Servizi al pubblico: visite guidate

    Attività: conferenze

    Contenuto: arte cinese, africana, indonesiana e sudamericana

     

    Da segnalare: tempietto buddista in avorio sec. XVII

     

    Descrizione

    Il museo, il cui primo nucleo venne costituito il 3 dicembre 1901 dal beato Guido Maria Conforti, vescovo di Parma e fondatore della congregazione dei Saveriani nella casa madre dei missionari stessi, è stato inaugurato, dopo una radicale ristrutturazione, sabato 1° dicembre 2012 e aperto al pubblico martedì 4 dicembre 2012.

    Il museo espone opere d’arte notevoli: bronzi, come il bruciaprofumi a forma di orco sec. XII - XIII, la statua di Guanyu, dio della guerra , sec. XVI, una collezione ricchissima di ceramiche e porcellane cinesi fra le maggiori in Italia, dal XV al XVII sec., rotoli di seta dipinta con paesaggi, fiori e uccelli,oggetti di arte minore in vari materiali, come giada, lacca, legno e pietra, sculture, fra cui spicca il tempietto in avorio del sec. XVII, con 46 pannelli che raffigurano episodi di patriarchi buddisti. Nella sezione etnografica sono esposti oggetti artistici e documenti di vita quotidiana provenienti dalla Cina, dal Giappone, dall’Indonesia, dall’Africa e dall’America Latina, in particolare manufatti del popolo Kayapò, dell’Amazzonia brasiliana, raccolti dai Saveriani nelle loro Missioni.

     

     

    Soragna (PR)

    MUSEO EBRAICO “FAUSTO LEVI”

    Via Cavour, 43 - 43019 Soragna (PR)

    Tel 0524 – 599399

    www.museoebraicosoragna.net

    info@museoebraicosoragna.net

    Tipologia: storia, arte sacra

    Proprietà: comunità ebraica

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Parma

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: da martedì a venerdì 10,00 – 12,00 e 15,00 – 17,00, domenica 10,00 – 12,00 e 15,00 – 18,00

    Servizi al pubblico: visite guidate, itinerari didattici

    Attività: conferenze, lezioni, manifestazioni artistico - culturali

    Contenuto: oggetti e documenti della storia della comunità ebraica

     

    Descrizione

    Il museo è ospitato nella sinagoga e conserva documenti relativi alla storia della comunità ebraica locale.

     

     

    Diocesi PIACENZA

    Alserio

    MUSEO dell’ABBAZIA di CHIARAVALLE

    Abbazia Chiaravalle della Colomba  29010 Alserio (PC)

    Tel 0523  940132

    www.cistercensi.info

    l.zanoni@tin.it

    Tipologia. storico

    Proprietà: ecclesiastico (monaci cistercensi)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza - Bobbio

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: quelli dell’abbazia

     

    Descrizione

    Il museo ha come sede il dormitorio dei monaci e si prefigge di illustrare la vita della comunità nei suoi diversi aspetti, preghiera e lavoro.

     

     

    Bedonia (PR)

    MUSEI del SEMINARIO VESCOVILE

    Via don Stefano Raffi, 30 - 43041 Bedonia (PR)

    Tel 0525 - 824420/824621

    www.unitapastoralealtavaltaro-ceno.it

    seminariobedonia@provinciaparma.it

     

    OPERA OMNIA “R MUSA “

    Tipologia: arte

    Proprietà: seminario

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: luglio e agosto, da martedì a domenica 10,00 – 12,30 e 15,00 – 18,30; altri periodi su appuntamento; chiuso lunedì

    Servizi al pubblico: visite guidate, biblioteca

    Contenuto: opere di Romeo Musa

     

    Descrizione

    Il museo è formato dalle opere di Romeo Musa 1882 - 1960, xilografo e pittore locale, che sono state donate dai figli e consistono in circa ottocento opere fra oli, stampe, disegni, acquarelli, xilografie e matrici in legno.

     

    PINACOTECA “PARMIGIANI”

    Tipologia: arte

    Proprietà: seminario

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orari: come sopra

    Servizi al pubblico: visite guidate, biblioteca, archivio

    Contenuto: dipinti sec. XVII-XVIII

     

    Da segnalare: L. Carracci, “Caduta di Cristo sotto la croce”, B. Passerotti, “San Francesco riceve le stigmate”

     

    Descrizione

    La pinacoteca del seminario raccoglie dipinti di autori prevalentemente emiliani provenienti dalle donazioni Sidoli (1852), don Parmigiani (1935), collezione Bolognini, acquisto del 1946 e acquisti successivi. Da segnalare la “Caduta di Cristo sotto la croce” di Ludovico Carracci (1604 ca), l’”Estasi di san Francesco” di Bartolomeo Passerotti, la “Cucina” di C. M. Crespi (XVIII sec.),”Cristo risorto appare alla madre “ del Mastelletta, sec. XVI - XVII, e “Salomè presenta a Erode la Testa del Battista” di ignoto caravaggesco nordico (XVII sec.).

     

    MUSEO di STORIA NATURALE “MONS. S. FERRARI “

    Tipologia: naturalistico

    Proprietà: seminario

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: come sopra

    Servizi al pubblico: visite guidate, biblioteca, archivio

    Contenuto: raccolte naturalistiche

     

    Descrizione

    La raccolta naturalistica del seminario era sorta con finalità didattiche all’inizio del ‘900 ed è costituita da collezioni zoologiche, botaniche, mineralogiche, malacologiche ed entomologiche. Una sezione è dedicata agli ambienti naturali delle valli del Taro e del Ceno. Annesso al museo anche il Planetario, con una sala didattica e una terrazza esterna per le osservazioni dal vivo.

     

     

    Bobbio (PC)

    MUSEO dell’ABBBAZIA di SAN COLOMBANO

    Piazza Santa Fara, 5 - 29022 Bobbio (PC)

    Tel 0523 – 936219

    www.piacenzamusei.it

    info@piacenzamusei.it

    Tipologia: archeologia, arte, arte sacra

    Proprietà: Comune, parrocchia

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: luglio e agosto, feriali 16,30 – 18,00, festivi 11,00 – 12,00, altri mesi sabato 16,00 – 17,00, domenica 11,00 – 12,00 e 15,00 – 18,00

    Servizi al pubblico: bookshop, accesso disabili, visite guidate

    Contenuto: reperti archeologici romani e longobardi, dipinti, reliquiari, reliquie dei Luoghi Santi

     

    Da segnalare: lapide di Cumiano (sec. VII - IX ), polittico con “Madonna e Santi” di B. Luini

     

    Descrizione

    Il museo dell’abbazia di San Colombano, inaugurato il 3 settembre 1961, si trova nei locali dell’ex - abbazia, utilizzati un tempo come “scriptorium”, affacciati sul loggiato rinascimentale del chiostro esterno dell’abbazia.

    Nelle sue quattro sale sono ospitati reperti provenienti da scavi effettuati nelle zone circostanti o dalla cripta, prevalentemente di epoca romana del IV - V secolo e di epoca longobarda. Fra questi ultimi il più interessante è la cosiddetta lapide di Cumiano, vescovo in Scozia e sesto abate del monastero, che presenta aspetti di tre diverse epoche, dal VII al IX sec. Interessante la serie di ampolle provenienti dai Luoghi Santi della Palestina, utilizzate come contenitori per l’olio santo, forse donate dalla corte longobarda al Monastero nel VI - VII secolo.

    Nella terza sala sono presenti vari oggetti liturgici: reliquiari, incensieri, ostensori, e in particolare una teca in avorio del II sec., di origine pagana utilizzata come custodia dell’eucarestia, raffigurante il mito di Orfeo e il busto - reliquiario di San Colombano in argento.

    Nella quarta sala sono da segnalare la statua lignea di San Colombano, sec. XVI, “Antonio con i Dottori della Chiesa”, di scuola lombarda del XVI secolo, il polittico (incompleto) “Madonna e Santi” di Bernardino Luini, (1522), la “Natività” di Bernardino Lanzani (1526), una statua lignea di “San Colombano” sec. XVI e una raccolta di eulogie (reliquie dei Luoghi Santi).

     

    MUSEO COLLEZIONE  MAZZOLINI 

     Abbazia di San Colombano - Porticato del Monastero 

    Piazza Santa Fara, 5 - 29022 Bobbio (PC)

    Tel 340 549 2188

    info@cooltour.it

    www.sulleormedisancolombano.it/

    Tipologia: arte

    Proprietà: diocesi di Piacenza-Bobbio.

    Regione civile: Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto, a pagamento. Orari: domenica: 10,20-12,30 e 16,30-18,30; sabato:16,30-18,30

    Contenuto: 899 opere d’arte contemporanea dipinti e sculture 

     

    Descrizione

    Museo Collezione Mazzolini,inaugurata nel novembre 2015, raccoglie al suo interno opere d’arte contemporanea, donate da Domenica Rosa Mazzolini alla diocesi di Piacenza-Bobbio. Le prime tre stanze presentano la storia della collezione, frutto dell’unione di due raccolte: quella personale di Rosa Mazzolini e quella che  ella ereditò nel 1994 dai fratelli Simonetti, medici milanesi presso il cui studio Rosa aveva prestato servizio in qualità di assistente. La collezione comprende principalmente opere di artisti italiani realizzate tra gli anni ’30 e gli anni ’60 .Sono esposte opere di Enrico Baj, Renato Birolli, Carlo Carrà, Massimo Campigli, Giuseppe Capogrossi, Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis, Ottone Rosai, Lucio Fontana, Achille Funi, Piero Manzoni, Mario Nigro, Giò Pomodoro e Mario Sironi.Il museo è ospitato all’interno dell’Abbazia di San Colombano e vi si accede dal portale d’ingresso del Museo dell’Abbazia (corridoio interno)

     

    Piacenza

    Bobbio (PC)

    KRONOS MUSEO DIOCESANO della CATTEDRALE

    Via della Prevostura
    Piacenza

    www.diocesipiacenzabobbio.org

    Tel : 0523 308329 ( curia)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Condizioni di fruibilità: aperto a pagamento Orari:da mart a sab: 9-12; da merc a dom anche 16-18 .Chiuso Lunedì

    Servizi al pubblico: ingresso disabili, visite guidate, attività didattiche

    Contenuto:Tesoro del duomo, dipinti e arredi sacri

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel luglio 2015, ha sede nel piano nobile del palazzo vescovile. .  Nelle dieci sale sono esposte opere che illustrano la storia della diocesi di Bobbio, del palazzo vescovile e della cattedrale: il Tesoro della Cattedrale ( argenterie e paramenti) ed inoltre suppellettile sacra, arredi lignei, dipinti e reliquiari provenienti dalle parrocchie della diocesi. L’ultima sala è dedicata a San Antonio Maria Gianelli .

     

    Castell’Arquato (PC)

    MUSEO della COLLEGIATA

    Piazza don Cagnoni, 57 - 29014 Castell’Arquato (PC)

    Tel 0523 – 805151

    www.comune.castellarquato.pc.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: tutti i giorni 9,30 – 12,30 e 14,30 – 17,30

    Servizi al pubblico: bookshop, archivio

    Contenuto: dipinti, argenti sacri e paramenti liturgici, mobili

     

    Da segnalare: paliotto d’altare, fine sec. XIII - inizi XIV

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 1932 e ristrutturato nel 1991, in cinque sale adiacenti alla collegiata, ospita paramenti liturgici, come il paliotto d’altare ricamato di manifattura bizantina della fine del XIII - inizi XIV sec., e un piviale di seta bianca del XVI sec., argenti sacri dei secoli XIV - XVI, fra cui una croce astile, con il crocefisso in rame e bronzo del sec. XII proveniente da Vigolo Marchese, e il basamento del 1544, a forma di tempio ottagonale, dell’orafo B. Zucconi, in argento dorato e smalti; nella quadreria un polittico “Madonna in trono con Bambino e Santi”, di ambito ligure, (1425 ca.), dipinti in gran parte emiliani del ‘600 e ‘700, di autori come Traversi, Landi, Stern, Spada, Spolverini, Magnasco e un importante mobile da sagrestia in legno intarsiato, del XV sec. Nell’archivio, importanti documenti in pergamena del ‘200.

     

     

    Ottone (PC)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Piazza del Municipio, 1 - 29026 Ottone (PC)

    Tel 0523 - 930122 (Comune), 347 - 7587653 /0523 - 930119 (responsabile)

    www.piacenzamusei.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: periodo estivo: 10,00 – 12,00 e 17,00 – 19,00 feriali, sabato 17,00 – 19,00, domenica 10,00 – 12,00 e a richiesta

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili

    Contenuto: argenti sacri e paramenti liturgici, dipinti e sculture

     

    Descrizione

    Il museo, aperto nel 2001, raccoglie opere provenienti da diverse chiese e da privati; sono esposti argenti e paramenti sacri (alcuni dei Doria), dal ‘500, dipinti e sculture lignee di santi, candelieri, un angioletto attribuito al Maragliano, la campana della chiesa di San Bartolomeo datata 1355.

     

     

    Piacenza (PC)

    GALLERIA ALBERONI

    Via Emilia Parmense, 67 - 29121 Piacenza (PC)

    Tel 0523 - 613342/322635 (uffici)

    www.collegioalberoni.it

    opalberoni@libero.it

     

    GALLERIA d’ARTE ALBERONI

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: opera pia Alberoni

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento; solo visite guidate. Orario: ottobre – giugno domenica 15,30 e 18,00

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, visite guidate, biblioteca, bookshop

    Contenuto: dipinti, argenti sacri, arazzi e mobili

     

    Da segnalare: “Ecce Homo”, Antonello da Messina (1473)

     

    Descrizione

    La galleria prende il nome dal cardinale piacentino Giulio Alberoni, che aveva fondato nel settecento il collegio e ne aveva fatto la sua residenza, dove aveva raccolto una importante quadreria. L’appartamento del cardinale con i suoi arredi fa ora parte del percorso museale, mentre la pinacoteca è collocata dal 1964 in un fabbricato nuovo. Le opere principali sono l’”Ecce Homo” di Antonello da Messina (1473), le tavole fiamminghe di Gossaert, Jan Provost: “Madonna della Fontana”, 1510, dipinti di Zenone Veronese “Deposizione”, 1526, Panini “Cacciata dal tempio”, 1725-26, Salvator Rosa, Viani, Solimena, Cerquozzi, e 18 arazzi fiamminghi, con storie di Enea, di Alessandro Magno e di Priamo, dei sec. XV- XVI- XVII. Fra gli argenti sacri, un ostensorio d’argento e pietre dure, di Angelo Spinazzi (1761).

     

    RACCOLTE SCIENTIFICHE DEL COLLEGIO ALBERONI

    Tipologia: scientifico, naturalistico

    Proprietà: opera pia Alberoni

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento, solo visite guidate. Orario: come sopra

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, visite guidate, biblioteca

    Contenuto: collezioni naturalistiche e strumenti scientifici

     

    Da segnalare: antichi cannocchiali

     

    Descrizione

    Il museo fa parte del Collegio Alberoni e raccoglie i materiali naturalistici del Gabinetto di Scienze naturali, con le sezioni di zoologia, mineralogia, paleontologia, malacologia e botanica, e gli strumenti del Gabinetto di Fisica, con uno dei primi osservatori meteorologici italiani, un osservatorio sismico e una raccolta di antichi cannocchiali. Notevole la biblioteca con l’annessa sala di lettura.

     

     

    Piacenza (PC)

    MUSEO CAPITOLARE di SANT’ANTONINO

    Vicolo chiostri di Sant’Antonino, 6 - 29121 Piacenza (PC)

    Tel 0523 – 320653

    www.piacenzamusei.it

    info@piacenzamusei.it

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Condizioni di fruibilità: aperto a richiesta. Ingresso gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Servizi al pubblico: visite guidate, archivio storico

    Contenuto: codici miniati, dipinti

     

    Da segnalare: la “Brandazza”, crocefisso in bronzo, sec. XVII

     

    Descrizione

    Il museo, aperto nella prima metà del XX sec, è collocato nei locali della sacrestia, adiacenti la Basilica di Sant’Antonino (sec IV - IX) e custodisce codici miniati molto rari, incunaboli, il reliquiario di Gregorio X, sec. XV, pergamene, e, fra i dipinti, due dossali, uno del Maestro del dossale di Sant’Antonino (1425 - 1430), con 8 episodi della vita del santo, e uno del 1470- 1480 di ignoto piacentino, con la “Crocefissione e santi”, un “Sant’Antonino” di scuola lombarda, fine sec. XV, la “Natività di Maria” del Procaccini, l’”Incoronazione della Vergine”, del Molosso, e la cosiddetta “Brandazza”, crocefisso in bronzo coi simboli degli Evangelisti, utilizzata nelle processioni del Corpus Domini. Molto ricco e importante l’archivio storico.

     

     

    Piacenza (PC)

    MUSEO DIOCESANO

    Piazza Duomo - 29100 Piacenza (PC)

    Tel 0523 - 308311 (Curia - mattino)

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

    Contenuto: arte sacra

     

    Descrizione

    Il museo diocesano, ancora in fase di progettazione, raccoglierà opere provenienti da chiese non più officiate o non custodite della diocesi.

     

     

    Piacenza (PC)

    MUSEO CAPITOLARE

    Cattedrale di Santa Maria Assunta - 29100 Piacenza (PC)

    Tel 0523 - 308311 (Curia - mattino)

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Piacenza

    Condizioni di fruibilità: in corso di progettazione

    Contenuto: arte sacra

     

    Descrizione

    Il museo capitolare, in fase di progettazione, raccoglierà argenteria sacra e paramenti liturgici.

     

     

    Diocesi RAVENNA - CERVIA

    Ravenna (RA)

    MUSEO ARCIVESCOVILE

    Piazza Arcivescovado, 1 - 48121 Ravenna (RA)

    Tel 0544 – 541655

    www.museoarcivescovile.it

    curiara@tin.it

    Tipologia: archeologia, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ravenna - Cervia

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario feriale e festivo 10,00 – 17,00

    Servizi al pubblico: bookshop, archivio arcivescovile

    Contenuto: reperti archeologici, argenteria sacra e paramenti liturgici

     

    Da segnalare: cattedra eburnea del vescovo Massimiano, V sec.

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato e ampliato con nuovo allestimento nel 2010 dopo più di dieci anni di chiusura per lavori di restauro, ha sede nell’antico palazzo dell’arcivescovado e comprende anche l’oratorio di Sant’Andrea, rivestito di mosaici del V sec., e la torre romana, detta Salustra.

    Nelle quattro sale sono esposti frammenti scultorei romani, una statua bizantina acefala del sec. VI in porfido, forse raffigurante Giustiniano, il calendario pasquale, lastra marmorea se. VI, frammenti di mosaico (1112), frammenti tessili, e fra i parati due pianete, la prima del sec. X e la seconda del ‘300. Nella torre si trova l’opera più famosa, la cattedra di Massimiano, composta di tavolette in avorio, opera del sec. VI, eseguita per il vescovo Massimiano.

     

     

    Ravenna (RA)

    MUSEO DANTESCO

    Via Dante Alighieri, 4 - 48121 Ravenna (RA)

    Tel 0544 – 33667

    www.centrodantesco.it

    www.sistemamusei.ra.it

    centro dantesco@racine.ra.it

    Tipologia: specializzato, storico, arte

    Proprietà: ordine religioso(frati minori conventuali)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ravenna - Cervia

    Condizioni di fruibilità: chiuso

    Servizi al pubblico: visite guidate, book shop, biblioteca, fototeca

    Contenuto: cimeli danteschi e arte moderna

     

    Descrizione

    Il museo, parte del Centro Dantesco, istituito nel 1921 e restaurato nel 1990, ha sede al primo piano del cinquecentesco chiostro dell’ex - convento di San Francesco, e ospita sculture, calchi, disegni relativi alla figura di Dante. Fra le curiosità, una cassetta di legno costruita dai francescani che custodì le ossa di Dante dal 1677 al 1865. Nello stesso edificio ha sede anche il Centro Dantesco dei frati minori, con collezioni di piccole sculture, filatelia e cimeli vari di soggetto dantesco.

     

     

    Russi (RA)

    RACCOLTA di CAMPANE

    Via M. d’Azeglio, 9 (c/o Villa Babini)  48026 Russi (RA)

    Tel. 0544 580187

    www.comune.russi.ra.it

    Tipologia: specializzato

    Proprietà: privata

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Ravenna – Cervia

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: solo su appuntamento

    Contenuti: collezione di campane

     

    Descrizione

    La collezione, aperta nel 1962, comprende circa 60 campane la più antica delle quali risale al XVI sec.

     

     

    Diocesi REGGIO EMILIA - GUASTALLA

    Guastalla (RE)

    MUSEO FRANCESCANO MISSIONARIO

    Via Piave, 1 - 42016 Guastalla (RE)

    Tel 0522 – 824401

    www.geocities.com/beatavergine/index

    donluigibrioni@libero.it

    Tipologia: specializzato (ex - voto)

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Reggio Emilia - Guastalla

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: estate 8,00 – 18,00; inverno 8,00 – 17,00

    Servizi al pubblico: visite guidate

    Contenuto: ex - voto

     

    Descrizione

    In un locale adiacente al santuario i frati hanno raccolto paramenti ed ex - voto su tavola lignea, circa 111, di cui 63 di fine ‘600 primi ‘700, e altri in argento. Interessante la raccolta dei libri dei processi sull’autenticità dei miracoli attribuiti alla Beata Vergine della Porta.

     

     

    Reggio Emilia (RE)

    MUSEO DIOCESANO

    Via Vittorio Veneto, 6 - 42121 Reggio Emilia (RE)

    Tel 0522 - 402210 fax 0522 – 452205

    www.comune.re.it

    beniculturali@diocesi.re.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Reggio Emilia - Guastalla

    Condizioni di fruibilità: orario invernale: martedì, venerdì, sabato, domenica festivi ore 9,30-12,30; sabato, domenica festivi ore 15,30-18,30. In estate sono previste aperture serali secondo un calendario che varia di anno in anno.

    Contenuto: dipinti, arredi, manoscritti, paramenti e argenti liturgici

     Da segnalare: “Cristo giudice”, altorilievo di scuola antelamica, affreschi romanici, capitelli romanici, “Liber Figurarum” di Gioacchino da Fiore

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 2006, è stato allestito al piano terra del palazzo di curia costruito su disegno del romano Bartolomeo Avanzini per volontà del cardinale Rinaldo d’Este, vescovo di Reggio Emilia. Il percorso espositivo si sviluppa attraverso un itinerario storico teso a presentare le strutture ecclesiastiche che hanno caratterizzato il territorio diocesano a partire dall’Alto Medioevo: la cattedrale, le pievi e i monasteri. Sono esposti oggetti databili dal I al XVI secolo, secondo diverse tipologie di materiali: vetri, metalli, tessuti, sculture, dipinti (affreschi, tavole, tele), ceramiche, documenti antichi con sigilli in ceralacca. Tra le opere di particolare interesse la serie di capitelli (sec. XII) dell’antica pieve di San Vitale di Carpineti, numerosi elementi lapidei di antiche chiese plebane, una mitria dell’abate del monastero di Marola (sec. XIV), gli affreschi bizantineggianti (sec. XIII) provenienti dalla facciata della cattedrale, la lastra marmorea con tracce di policromia raffigurante Cristo nella mandorla con i simboli degli Evangelisti, proveniente dall’ antico pontile della Cattedrale (sec. XII), un Crocifisso ligneo (sec. XV), una Crocefissione di Bartolomeo e Jacopino da Reggio, (sec. XIV), un dipinto su tavola di Bernardino Orsi (1501), una finissima Pace d’argento di G.B.Campi detto il Bombarda (sec. XVI), la casula di San Carlo Borromeo (sec. XVI), insieme ad oggetti di uso liturgico e a preziosi documenti di archivio, tra cui una pergamena con la firma di Matilde di Canossa e una “antologia” di sigilli vescovili in ceralacca (sec. XIII - XVI). Di particolare rilievo inoltre un rarissimo “Liber Figurarum” di Gioacchino da Fiore del XIII secolo.

     

     

    Reggio Emilia (RE)

    MUSEO TESORO del TEMPIO della Beata VERGINE della GHIARA

    Corso Garibaldi, 44 - 42121 Reggio Emilia (RE)

    Tel 0522 – 439707

    www.musei.comune.re.it

    musei@municipio.re.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Reggio Emilia - Guastalla

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: festivi 15,30 - 18,00, altri giorni solo su prenotazione

    Servizi: accesso ai disabili, bookshop, visite guidate

    Contenuto: ex-voto, argenti sacri del tesoro del santuario

     

    Da segnalare: sinopia della Madonna della Ghiara, corona in argento e pietre (1674)

     

    Descrizione

    Il museo, istituito nel 1982, raccoglie gli ex voto donati alla Madonna della Ghiara e, al piano terra del campanile, il tesoro del santuario. Notevoli la sinopia dell’affresco della Beata Vergine della Ghiara, di Giovanni Bianchi detto il Bertone (1565 ca.), e fra le argenterie, la corona offerta alla Madonna dalla cittadinanza, in argento, perle e pietre preziose, opera dell’orafo Michele Augusta (1674), una croce e sei candelieri in argento opera di G.Frangi, donati dal duca Francesco I , coperte di messali in argento del ‘600 e ‘700, e la tela “ Salvazione di Laura da Correggio” di Luca Ferrari.

     

     

    Reggio Emilia (RE)

    MUSEO dei CAPPUCCINI

    Via Ferrari Bonini, 6 - 42121 Reggio Emilia (RE)

    Tel 0522 – 580720

    www.museicappuccini.it

    segreteria@museocappuccini.it

    Tipologia: arte, arte sacra, missionario

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani cappuccini)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Reggio Emilia - Guastalla

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: domenica e festivi 15,00 – 18,00. In occasione di eventi espositivi anche dal lunedì al venerdì 10,00 – 12,00

    Servizi al pubblico: visite guidate, bookshop, biblioteca

    Contenuto: icone greco - turche, dipinti, arte sacra

     

    Da segnalare: dipinti di fra’ Stefano da Carpi

     

    Descrizione

    Il museo fu fondato nel 1927 per accogliere il materiale etnografico e le icone greco - turche provenienti dalle missioni in Turchia (sec. XVI - XX), e in seguito si è ampliato con le raccolte di opere d’arte, di rami incisi, le acquasantiere e le corone da rosario, gli oggetti di artigianato turco, australiano e africano o di uso cappuccino della zona reggiana e modenese. Nelle quattro sale sono esposti i dipinti della pinacoteca conventuale, fra cui molte tele di fra’ Stefano da Carpi, sec. XVIII, e di pittori emiliani dei sec. XVI - XVIII, la donazione Del Rio di pittori locali dell’800, e la collezione di monete bizantine, provenienti dalla donazione Folloni del 1982. La biblioteca possiede cinquecentine, edizioni bodoniane e testi sulla storia locale.

     

     

    Diocesi RIMINI

    Rimini (RN)

    TESORO della CATTEDRALE

    Via IV Novembre, 35 - 47921 Rimini (RN)

    Tel 0541 – 24244

    diocesi@diocesi.rimini.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: cattedrale

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Rimini

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: gratuito. Orario: solo su prenotazione

    Servizi: accesso ai disabili

    Contenuto: argenti sacri, paramenti liturgici, dipinti

     

    Da segnalare: calice di Clemente XIV, Matteo Piroli, sec. XVIII

     

    Descrizione

    Il museo è stato inaugurato nel 1993 e ha come sede la Sala Ottagonale costruita di recente accanto al Tempio malatestiano, cattedrale di Rimini. Il museo raccoglie argenti sacri e paramenti liturgici che provengono da varie parrocchie, ma soprattutto dal tesoro della cattedrale, o Tempio Malatestiano. Da segnalare il calice di Clemente XIV, opera dell’orafo romano Matteo Piroli, sec. XVIII, i reliquiari, come il busto - reliquiario di Santa Colomba, sec. XVIII, di manifattura romana, il reliquiario della Santa Spina, sec. XIV, il reliquiario del Corallo, metà sec. XV, il pastorale d’avorio del beato Gregorio Ungano. Per i dipinti, si segnala un “Crocefisso” su tavola sagomata, di artista riminese della fine del sec. XIV. Interessanti anche i paramenti liturgici in e broccato di seta ricamata in oro e argento, dei sec. XVIII - XIX.

     

     

    Rimini (RN)

    MUSEO MISSIONARIO del SANTUARIO delle GRAZIE

    Via Santa Maria delle Grazie, 10 - 47037 Rimini (RN)

    Tel 0541 - 751061

    santuariograzie@rimini.com

    Tipologia: missionario, archeologia

    Proprietà: ordine religioso (frati minori francescani)

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Rimini

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso gratuito. Orario: inverno 6,30 – 12,00 e 15,00 – 18,00; estate 6,30 – 12,00 e 16,00 – 19,00

    Servizi al pubblico: visite guidate

     

    Da segnalare: statuette in cartapesta di santi francescani (1700)

     

    Descrizione

    Sito accanto al santuario del 1300, il museo è anche sacrario con le reliquie dei missionari (canonizzati) martirizzati nel 1900 in terra cinese; è costituito da varie sezioni, che comprendono reperti raccolti in Africa, Cina, Giappone, Terra Santa. Papuasia e America Latina, una pinacoteca con dipinti del ‘600-‘700, paramenti liturgici (circa 40 pezzi) e materiali vita conventuale ‘700 e ‘800. Interessanti otto statuette in cartapesta raffiguranti santi francescani del 1700.

     

     

    Rimini (RN)

    MUSEO di SCOLCA

    Via Covignano, 237  47921 Rimini (RN)

    Tel.0541 – 751761

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Rimini - Cervia

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: gratuito. Orario: mercoledì 15,00 – 17,00; altri giorni solo su appuntamento

    Contenuto: paramenti, argenti, pergamene.

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 2008, conserva ed espone in quattro sale l’intero patrimonio sacro appartenente al complesso abbaziale olivetano di S. Maria Annunziata Nuove di Scolca., oggi sede  della parrocchia di San Fortunato.

     

     

    Saludecio (RN)

    MUSEO di SALUDECIO e del BEATO AMATO

    Piazza Beato Amato, 1 - - 47835 Saludecio (RN)

    Tel/fax 0541 – 982100

    www.cultura.provincia.rimini.it

    Tipologia: arte, specializzato (ex – voto)

    Proprietà: parrocchia

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Rimini - Cervia

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: gratuito. Orario: festivi 15,00 – 19,00, altri giorni solo su prenotazione

    Servizi: accesso ai disabili, visite guidate

    Contenuto: dipinti, ex - voto, argenti sacri e paramenti liturgici

     

    Da segnalare: due tele del Cagnacci

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1995, in due sedi, nel torrione addossato alla chiesa e nella cripta della chiesa stessa, ospita una collezione di ex - voto dal ‘500 all’800, argenti sacri e paramenti liturgici. La pinacoteca, riordinata dal 1999, ospita una trentina di tele, fra cui due tele del Cagnacci, due tele del Ridolfi, una del Centino, e altre di pittori locali del ‘600, ‘700 e ‘800.

     

     

    Savignano sul Rubicone (FO)

    MUSEO ARCHEOLOGICO del COMPITO “DON GIORGIO FRANCHINI”

    Via San Giovanni, 7 - 47039 Savignano sul Rubicone (FO)

    Tel 0541 – 944851

    info@museodelcompito.it

    Tipologia: archeologia

    Proprietà: parrocchia, Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi Rimini - Cervia

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: gratuito. Orario: da settembre a maggio, sabato domenica e festivi 10,00 – 12,00 e 15,00 – 18,00, mercoledì 10,00 – 18,00; da giugno ad agosto solo su prenotazione; chiuso lunedì

    Servizi: book shop, accesso ai disabili

    Contenuto: reperti archeologici

     

    Da segnalare: statua acefala di divinità femminile agreste, II sec. d. C.

     

    Descrizione

    Creato negli anni ’30 come raccolta archeologica per opera dell’allora parroco don Giorgio Franchini, è stato chiuso nel ’78 e poi riaperto nel ’98 con la gestione del Comune. Rimane la titolazione e l’archivio di Franchini sulla collezione, che comprende reperti dall’età del ferro al Medioevo, e soprattutto romani, come la statua acefala di divinità femminile agreste del II sec. d. C:

     

     

    Diocesi SAN MARINO - MONTEFELTRO - PENNABILLI

    Pennabilli (RN)

    MUSEO DIOCESANO del MONTEFELTRO “A. BERGAMASCHI”

    Piazza Sant’Agostino - 47864 Pennabilli (RN)

    Tel 054 – 1913750

    www.museo-diocesano-montefeltro.it

    info@museo-diocesano-montefeltro.it

    Tipologia: arte, arte sacra

    Proprietà: diocesi

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi San Marino - Montefeltro - Pennabilli

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso: a pagamento. Orario: dal 9 luglio al 19 settembre da martedì a domenica 10,00 – 13,00 e 16,00 – 19,00, dal 21 settembre al 7 novembre sabato e domenica 10,00 – 12,00 e 15,00 – 17,00, altri giorni su prenotazione

    Contenuto: dipinti, arredi, paramenti e argenti liturgici

     

    Da segnalare: veste della Madonna delle Grazie, lamina d’argento, 1734

     

    Descrizione

    Il museo, inaugurato nel 1962 nel seminario Feretrano, nei pressi della chiesa di Sant’Agostino o Santuario della Madonna delle Grazie, riaperto nel 2010, al termine del restauro dell’edificio, ospita dipinti, arredi, argenti liturgici e paramenti provenienti da chiese del Montefeltro. Tra le opere da segnalare, una pisside in rame dorato di produzione fiorentina del sec. XVI, e la “veste” della Madonna delle Grazie, rivestimento in lamina d’argento sbalzata e in parte dorata, commissionata nel 1734 ad una bottega romana per coprire e proteggere l’affresco quattrocentesco della Madonna delle Grazie, un tabernacolo in legno intagliato e dipinto di produzione marchigiana, fine sec. XVI, e la statua reliquiario di San Leo, in legno scolpito di artista locale Vi è anche una piccola raccolta di materiale archeologico, in prevalenza ceramiche, trovate in loco.

     

     

    San Leo (RN)

    MUSEO d’ARTE SACRA

    Piazza Alighieri, 14 - 47865 San Leo (RN)

    Tel 0541 -  926967;

    www.museialtavalmarecchia.it

    museo@comune.san-leo.it

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: diocesi, Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi San Marino – Montefeltro - Pennabilli

    Condizioni di fruibilità: aperto. Ingresso a pagamento. Orario: tutti i giorni 9,00 – 18,00

    Servizi al pubblico: accesso ai disabili, visite guidate, biblioteca, fototeca, bookshop, sala conferenze

    Attività: esposizioni, attività didattiche

    Contenuto: dipinti e sculture

     

    Da segnalare: pala d’altare, “Santi Leone e Marino con la Vergine e il Bambino”, Luca Frosino, 1487

     

    Descrizione

    Il museo fondato nel 1996 è collocato nel Palazzo Mediceo (1517 - 1523), e nel suo percorso presenta manufatti dall’VIII al XIX sec.. I reperti più antichi sono i frammenti del ciborio della cattedrale altomedievale, con la dedica al santo protettore Leone; importanti tavole del ‘300, come la “Madonna della mela” di Catarino di Marco da Venezia (1375), e la pala d’altare raffigurante i “Santi Leone e Marino con la Vergine e il Bambino”, di Luca Frosino, fiorentino allievo di Botticelli (1487). Fra le tele del ‘500, ‘600 e ‘700 da segnalare la “Deposizione” del Guercino (1591 - 1666).

     

     

    Sant’Agata Feltria (RN)

    MUSEO del CONVENTO di SAN GIROLAMO

    Via San Girolamo - 61019 Sant’Agata Feltria (PU)

    Tel 0541 - 929613 (Comune)

    Tipologia: arte sacra

    Proprietà: Comune

    Regione civile Emilia Romagna, diocesi San Marino - Montefeltro - Pennabilli

    Condizioni di fruibilità: chiuso

     

    Descrizione

    L’ex - convento, in fase di ristrutturazione, ospitava il museo che conteneva gli arredi sacri e le tele della chiesa della Beata Vergine delle Grazie annessa al convento

     

     

    Aggiornamento ottobre 2016

    Autore: DGS

    Fonte: musei Regione Emilia Romagna, repertorio IBC

     

     


A.M.E.I. SEDE LEGALE:Pisa, P.zza Duomo n.17
SEDE OPERATIVA Museo diocesano Piazza XI febbraio, 10 - 48018 Faenza
Cell.: 340.3365131 / Email: info@amei.info presidente@amei.biz
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italian