Collezione

    La collezione permanente del Museo Diocesano Arborense è costituita dalle opere esposte nella Sala San Pio X, ovvero da suppellettile liturgica, argenti, reliquiari, paramenti sacri, statuaria lignea e dipinti dal XV al XIX secolo, provenienti dal Tesoro del Duomo e dalle chiese cittadine. A questi si aggiungono alcune sculture appartenenti alla collezione dell'Episcopio e il Dossale della Madonna con Bambino e santi (XIII-XIV secolo), opera unica in Sardegna.

    Una sezione è dedicata alla storia della Cattedrale medievale attraverso le opere superstiti quali i magnifici Picchiotti bronzei (Placentinus, 1228), i Plutei marmorei (pluteo con leoni che trattengono vitelli e  pluteo con Daniele nella fossa dei leoni, fine XI- inizi XII secolo) e altri frammenti scultorei e restituzioni grafiche che aiutano il visitatore a ricostruire idelamente l'antica cattedrale. Una sala adiacente ospita la più ricca e antica collezione di codici della Sardegna medioevale. Si tratta di 13 manoscritti liturgici in pergamena - sontuosamente miniati - quasi tutti risalenti all'epoca del Giudicato d'Arborea (XIV sec.).

    Le Sale del Seminario ospitano, in uno spazio dedicato, i materiali archeologici, fenici, greci, cartaginesi e romani di Tharros e la collezione numismatica. La collezione dei materiali conta circa 500 ceramiche; quella numismatica è composta da 1099 pezzi tra monete e medaglie. Tra i reperti punici, i più antichi sono datati VII- VI secolo a.C.

A.M.E.I. Sede legale Pisa, P.zza Duomo n.17 - sede operativa: C/O Museo Diocesano Tridentino, P.zza Duomo 18, 38122 TRENTO
Tel.:0461 234419 / Fax: 0461 260133 / Email: info@amei.info
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italiani- tutti i diritti riservati