Collezione

     

    Dalla piazza interna della fortezza, caratterizzata da un elegante portico e da un pozzo esagonale con motivi araldici a bassorilievo, si accede al Museo attraverso un portale in travertino del 1490 circa. Al centro dell'architrave è scolpita tra festoni di frutta una delle imprese di Niccolò III Orsini (1442-1510): un compasso capovolto, accompagnato dalle parole "tempus ordo numerus et mensura". Inferiormente è presente un altro emblema costituito da un collare da mastino munito di punte che due mani tirano in direzioni opposte e da un nastro con il motto "prius mori quam fidem fallere", alludente alla fedeltà, dote indispensabile per un capitano di ventura quale Niccolò, che fu al servizio degli Angioini, del Papa e della Repubblica Veneta.

    Particolarmente significative due sale del piano superiore: una con  vedute di luoghi dove gli Orsini avevano proprietà: la fortezza di Sorano, Napoli col Vesuvio, quattro viste di Roma, Bracciano con il lago, il castello di Marsiliana e la rocca di Sovana, dipinte nel XVIII secolo. La sala a fianco presenta alle pareti tondi  con personaggi della famiglia Orsini, un simbolico Totila "flagello di Dio" e la bella statua in legno di pioppo, di inizi Cinquecento, del Conte Nicolò III, vestito con la sua armatura. Di particolare suggestione sono anche gli ambienti inferiori del palazzo, con la cisterna e il pozzo per l'acqua, il frantoio, con le antiche macine e i torchi per frangere e spremere le olive e l'oliaia con gli orci per conservare l'olio delle colline pitiglianesi.

    Fra gli oggetti esposti nel museo molti meritano una particolare attenzione, a partire da quelli più antichi: dei frammenti di pergamene del X-XII secolo con canti liturgici natalizi con antichi neumi, le segnature musicali prima delle invenzioni delle note. C'è anche una ricca e articolata biblioteca con incunaboli e libri di epoche successive di vari argomenti.

    Il Quattrocento è ben rappresentato dalla statua in legno policromo della Madonna col Bambino.

     


A.M.E.I. Sede legale Pisa, P.zza Duomo n.17 - sede operativa: C/O Museo Diocesano Tridentino, P.zza Duomo 18, 38122 TRENTO
Tel.:0461 234419 / Fax: 0461 260133 / Email: info@amei.info
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italiani- tutti i diritti riservati