Collezione

    Al patrimonio storico-artistico legato a S. Maria del Monte si uniscono la collezione Baroffio e altri lasciti minori.

    Alcune opere si impongono per la loro eccellenza: la Madonna col Bambino, scolpita da Domenico e Lanfranco da Ligurno alla fine del XII secolo, già parte del portale della chiesa romanica; uno dei più antichi antifonari ambrosiani, con miniature dell'inizio del XIV secolo, e l'ingressario miniato nel 1476 da Cristoforo de' Predis; il prezioso paliotto donato da Ludovico il Moro per celebrare le nozze con Beatrice d'Este e la nomina imperiale (1491-1494); il coevo paliotto leonardesco con il ricamo centrale della Vergine delle Rocce, ispirato alla versione parigina del celebre dipinto di Leonardo; i dossali del coro sforzesco, attribuiti a Giacomo Del Maino e collaboratori, già attivi nella Basilica di S. Ambrogio a Milano; il pulpito seicentesco; dipinti di Camillo Procaccini, Girolamo Chignoli, Bartolomeo Schedoni, Domenico Fetti, del Pitocchetto, di Pietro Antonio Magatti, Giuseppe Antonio Petrini, Federico Faruffini. Soggetti sacri, ma anche ritratti, nature morte, paesaggi, scene di genere, battaglie vanno a comporre una collezione eterogenea, frutto del collezionismo di matrice romantica del Baroffio che a opere di pittori lombardi ed emiliani accostò un corpus di notevoli dipinti fiamminghi e olandesi.

    La sezione d'arte sacra contemporanea, realizzata per volere di Mons. Macchi, ospita una sessantina di sculture, dipinti, opere grafiche e ceramiche di noti artisti del XX secolo. Con il suo carattere monografico mariano, si pone in continuità con la tradizione di fertile produzione artistica che la devozione alla Vergine del Monte ha ispirato nei secoli. Accanto a nomi legati alla storia recente del Sacro Monte come Floriano Bodini, Renato Guttuso, Trento Longaretti, trovano spazio tra gli altri: Bernard Buffet, Aldo Carpi, Henri Matisse, Luciano Minguzzi, Mario Radice, Georges Rouault, Mario Sironi, Aligi Sassu, Vittorio Tavernari.

     


A.M.E.I. Sede legale Pisa, P.zza Duomo n.17 - sede operativa: C/O Museo Diocesano Tridentino, P.zza Duomo 18, 38122 TRENTO
Tel.:0461 234419 / Fax: 0461 260133 / Email: info@amei.info
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italiani- tutti i diritti riservati