XI Convegno AMEI - Bergamo 23-24 Novembre 2017

    Il 23 e 24 novembre 2017 si terrà a Bergamo l’undicesimo convegno AMEI sul tema "Musei ecclesiastici e dialogo interculturale e interreligioso".

     

    IL TEMA

     

    La riflessione sul museo come luogo della reciproca conoscenza tra culture differenti ha visto nel corso degli ultimi anni una mutata consapevolezza dettata dal cambiamento della società e delle comunità.

    In particolare si è ragionato su come il museo possa attivare processi che, nel rispetto dell’identità culturale di origine e di arrivo, promuovano l’armoniosa convivenza tra vecchi e nuovi cittadini, basata sul principio che le diversità culturali possano comunicare, convivere e arricchirsi mutualmente. Inoltre i musei si sono interrogati sul dialogo interculturale non finalizzato all’integrazione ma rivolto a coloro che entrano in contatto culturale temporaneamente, come nel caso dei turisti o degli studenti internazionali, e ha individuato nuovi metodi per creare narrazioni museali maggiormente inclusive.

     

    Il tema investe per i musei ecclesiastici alcune specificità che meritano approfondimento:

    - Nel dialogo interculturale ciò che riguarda la religione è considerato uno dei temi più delicati da affrontare e nei nostri musei il tema religioso è centrale. Ciò dovrebbe favorire un clima ideale dove sviluppare le strategie per attivare una conoscenza che favorisca il dialogo.

    - Le collezioni dei nostri musei sono in gran parte formate da arte sacra. Vi è una crescente sensibilità sulle modalità espositive di questi oggetti nei musei e molte suggestioni arrivano da musei né ecclesiastici né religiosi ma che si propongono a pubblici sempre più diversificati in un’ottica di inclusione e dialogo tra le culture. Quale è e quale può essere il nostro contributo?

    - Tra i musei ecclesiastici vi sono diversi musei missionari che rappresentano una specifica realtà di contatto con culture altre. In un’epoca di ripensamento delle collezioni museali che da etno-antropologiche vanno trasformandosi in musei delle culture, i musei missionari rappresentano un punto di vista differente, ben distinto dalla visione colonialista e con aspetti di ricerca di relazione e dialogo con le culture differenti che merita oggi di essere approfondita.

    - C’è un solo museo ecclesiastico, il Museo Interreligioso di Bertinoro (FC) dedicato al tema.

    PERCHÉ? 

    - Perché nella Chiesa si sono da tempo attivate iniziative per promuovere il dialogo interreligioso e ancora i nostri musei non hanno condiviso una riflessione dedicata al tema. 

    - Perché siamo MUSEI quindi attivatori di mediazione, perché opere e collezioni siano leggibili da parte di tutti i pubblici.

    - Perché siamo MUSEI e dobbiamo sviluppare la nostra funzione sociale che non si esaurisce nella conservazione e valorizzazione delle nostre collezioni bensì opera per contribuire, per quanto possibile, al miglioramento della società.

    - Perché siamo MUSEI ECCLESIASTICI e come tali dobbiamo “recepire dinamiche sociali, politiche culturali e piani pastorali concertati per il territorio di cui [sono] parte” (Lettera circolare sulla funzione pastorale dei musei ecclesiastici, 2001).

    - Perché siamo MUSEI ECCLESIASTICI e come tali inseriti “nell’ambito delle attività pastorali, con il compito di riflettere la vita ecclesiale tramite un approccio complessivo al patrimonio storico-artistico” (Lettera circolare sulla funzione …, 2001); e la vita ecclesiale invita a un’apertura verso l’umanità (Gaudium et Spes), dove il dialogo non è precluso con nessun interlocutore: “Il desiderio di stabilire un dialogo che sia ispirato dal solo amore della verità e condotto con la opportuna prudenza, non esclude nessuno: né coloro che fanno il culto di alti valori umani, benché non ne riconoscano ancora l’autore, né coloro che si oppongono alla Chiesa e la perseguitano in diverse maniere”.

    PROGRAMMA

    I lavori saranno concentrati nelle giornate del 23 e 24 novembre. Le relazioni di esperti nazionali e internazionali, insieme a testimoni di attività esemplari, verteranno sui seguenti ambiti di riflessione:

    - Il dialogo interculturale e interreligioso nella Chiesa e nella società.

    - I musei e il dialogo interculturale. L’attualità della riflessione in paesi europei su museo e dialogo interculturale e su museo e nuova cittadinanza.

    - Panoramica internazionale su collezioni di interesse religioso in significativi contesti museali. Casi da diversi paesi europei.

    - Panoramica e casi di studio sull’attivazione del dialogo interculturale in contesti di musei non ecclesiastici in Italia.

    - Musei ecclesiastici e patrimonio ecclesiastico diffuso. Riflessioni ed esperienze.

    - Laboratorio sulla progettazione per il dialogo interculturale e interreligioso in museo.

    Al termine della pausa estiva, daremo informazioni dettagliate su programma e relatori. Inoltre indicheremo alcuni suggerimenti per l’alloggio. Intanto segnate le date sulla vostra agenda e programmate il viaggio!

     


A.M.E.I. Sede legale Pisa, P.zza Duomo n.17 - sede operativa: C/O Museo Diocesano Tridentino, P.zza Duomo 18, 38122 TRENTO
Tel.:0461 234419 / Fax: 0461 260133 / Email: info@amei.info
Copyright 2010 - A.M.E.I. Associazione Musei Ecclesiastici Italiani- tutti i diritti riservati